Home Cronaca di Palermo Solidarietà ai colleghi di PalermoToday e Repubblica aggrediti in via Giotto

Solidarietà ai colleghi di PalermoToday e Repubblica aggrediti in via Giotto


Redazione PL

La redazione di PalermoLive esprime massima solidarietà e vicinanza ai due colleghi Igor Petyx e Rosaura Bonfardino

Repubblica

Aggressione verbale questa mattina a Igor Petyx, il fotoreporter di Repubblica e Rosaura Bonfardino, giornalista di PalermoToday, all’ingresso dell’Oceania di piazzale Giotto a Palermo, mentre stavano fotografando il locale dall’esterno. A minacciarli, due uomini, i quali pretendevano che cancellassero qualsiasi foto o video.

I due colleghi, insieme avevano raggiunto il locale di via Giotto per riprendere l’insegna in seguito alla notizia dell’arresto dell’ex titolare Simone Li Muli, indagato per tentata estorsione. Quest’ultimo accusato di aver più volte tentato di avvicinare i nuovi acquirenti. Si tratta di 3 soci imprenditori minacciati con toni aggressivi e violenti; il tutto per far sì che rinunciassero ad acquistare il bene.

L’ACCADUTO

Il fotoreporter e la giornalista raccontano di essere stati inseguiti e spintonati. I due uomini hanno addirittura piegato lo specchietto del ciclomotore su cui viaggiavano per poi intimarli di cancellate foto e video o “non ve ne andrete da qui”. Il fotoreporter a quel punto ha deciso di chiamare la polizia, che ha identificato gli uomini.

La redazione di PalermoLive esprime massima solidarietà e vicinanza ai due colleghi Igor Petyx (Repubblica) e Rosaura Bonfardino (PT).

SOLIDARIETA’ ASSOSTAMPA SICILIA, SEZIONE PALERMO E GRUPPO CRONISTI

“L’aggressione verbale subita oggi dal fotografo Igor Petyx e dalla giornalista Rosaura Bonfardino, intenti a compiere il proprio lavoro davanti all’Oceania di Palermo, in piazzale Giotto, per il semplice fatto di non aver voluto cancellare alcune foto, è inaccettabile. Ai colleghi, che ogni giorno raccontano con scrupolo i fatti di cronaca a Palermo, esprimiamo la nostra solidarietà. Di conseguenza, chiediamo alle autorità competenti di individuare con celerità i responsabili di questo vile gesto che il sindacato unitario dei giornalisti condanna con fermezza. Non è tollerabile”. Lo scrivono in una nota la segreteria regionale di Assostampa Sicilia, la segreteria della sezione di Palermo e il Gruppo cronisti siciliani.

Potrebbero interessarti