Home Sport Sport e inclusione, Lega Navale Palermo presenta due equipaggi per la Palermo-Montecarlo

Sport e inclusione, Lega Navale Palermo presenta due equipaggi per la Palermo-Montecarlo


Michele Cusumano

Due i progetti al via, uno sportivo e uno sociale. Alla presentazione anche il neo assessore allo Sport, Turismo, Impianti sportivi e Politiche giovanili, Sabrina Figuccia  

La Lega Navale Italiana, sezione di Palermo, prenderà parte anche quest’anno, per la dodicesima volta consecutiva, alla regata internazionale Palermo-Montecarlo. La manifestazione velistica, a cura del Circolo della Vela Sicilia e degli Yatch Club de Monaco e di Costa Smeralda, partirà venerdì 19 agosto dal golfo di Mondello. Sono due le imbarcazioni con cui la Lega Palermo parteciperà all’evento, una legata al progetto sportivo, l’altra finalizzata ad uno scopo sociale. La sezione LNI di Palermo, infatti, da quasi vent’anni utilizza lo sport come veicolo di inclusione per soggetti diversamente abili, ma anche bambini di quartieri disagiati, minori seguiti dal servizio sociale e penale ed tante altre iniziative.

La presentazione dei progetti e dei relativi equipaggi è avvenuta ufficialmente durante la conferenza stampa che si è tenuta il 2 agosto ore 19, a Palermo presso il Loft della veleria Malta Sail Factory, a Palermo via Montalbo 246. Presente all’evento anche il neo assessore allo Sport, Turismo, Impianti sportivi e Politiche giovanili, Sabrina Figuccia. 

LEGA NAVALE ITALIANA: IL PROGETTO SPORTIVO PER LA PALERMO-MONTECARLO

Il progetto sportivo vedrà protagonista il Rimar 44.3 Starfly dell’armatore Andrea Alaimo, ingegnere aerospaziale e professore universitario, che da alcuni anni si dedica al mondo delle regate. Oltre all’armatore, in equipaggio vi sarà il Presidente della LNI Palermo, Giuseppe Tisci, oltre ai soci che si sono distinti, durante l’anno, nelle attività sociali portate avanti dalla sezione.  Formeranno l’equipaggio: Andrea Alaimo (timoniere); Giuseppe Tisci (randista); Ismail Ashtari (prodiere); Virgilio Caleca (tattico, timoniere); Maurizio Caleca (randista); Leo Calabrò (uomo all’albero); Gianluca Capone (tailer); Giuseppe Collura (tailer); Manfredi Ferrigno (prodiere); Barbara Gambino (drizzista).

“SPIRITO DI STELLA”: IL PROGETTO SOCIALE

Il progetto sociale sarà realizzato grazie alla collaborazione con “Lo Spirito di Stella”, un catamarano totalmente accessibile voluto da Andrea Stella dopo l’inspiegabile sparatoria che lo ha costretto su una sedia a rotelle. In equipaggio vi saranno anche gli atleti disabili Carmelo Forastieri (vicepresidente della LNI Palermo e Presidente della Classe Hansa) e Fabiola Borruso (atleta AISM e consigliera della LNI Palermo). Il catamarano “Lo Spirito di Stella” sarà in gara alla Palermo – Montecarlo 2022 a testimoniare l’incessante impegno di Andrea Stella nei progetti di vela solidale. Per dimostrare che, con un equipaggio misto (normodotati e disabili), in un contesto inclusivo di totale condivisione ed integrazione, è possibile regatare ed essere competitivi anche in altura.

Ma la regata sarà anche l’occasione per lanciare il progetto “WoW 2023 – Wheels on World”, un periplo equatoriale intorno al mondo, della durata di 24/36 mesi, che nasce dalla collaborazione tra l’Associazione “Lo Spirito di Stella” e il Ministero della Difesa, che partirà da Venezia il 14 luglio del 2023, a vent’anni esatti dal varo del catamarano.

ASSESSORE FIGUCCIA: «L’ELEMENTO ACQUATICO ANNULLA TUTTE LE DIVERSITÀ»

«È un’emozione organizzare due equipaggi –  ha dichiarato Giuseppe Tisci, presidente della Lega Navale Italiana sez. Palermo -. Due progetti importanti: uno inclusivo ed uno sportivo. Il primo con “Lo spirito di Stella”, il catamarano totalmente accessibile di Andrea Stella, che è stato uno dei nostri miti, ci aiutato a rendere possibile ciò che sembrava impossibile. È stato con noi durante il mondiale di vela paralimpica e sarà un’emozione adesso regatare insieme. Il progetto sportivo – ha aggiunto il presidente Tisci – vede la progettazione di tutti i soci della Lega Navale di Palermo che in questi anni si sono distinti per dedizione e partecipazione. Coloro che hanno dato di più per tutti i progetti della sezione. Faremo della nostra voglia di far bene il nostro punto di forza”.

«Sono davvero orgogliosa di essere qui oggi – ha commentato Sabrina Figuccia, assessora allo Sport del Comune di Palermo in questo momento in cui si racconta questa esperienza della Lega Navale, che attraverso lo sport mette in campo i suoi valori in un clima quasi familiare. Dove il calore umano è preponderante, e dove attraverso l’elemento acquatico si annullano tutte le diversità. Questo è lo spirito della Lega Navale – ha concluso l’assessora – che è importante portare territorio per territorio, quartiere per quartiere, e che come istituzione mi impegno a sostenere”.

PRESIDENTE CIRCOLO VELA SICILIA: «SARÀ SICURAMENTE UN SUCCESSO»

«Una manifestazione di altissimo livello tecnico – ha affermato Carlo Bruno, Delegato Regione Sicilia della Lega Navale Italiana  -. La nostra presenza è un anche un momento di affermazione di attenzione al mondo del sociale. Come tutti gli anni, infatti, il nostro equipaggio è anche una rappresentanza del mondo della disabilità nello sport. Una delle due imbarcazioni – ha continuato Bruno – “Lo spirito di stella”, è il simbolo della vela senza esclusi. Un punto riferimento per lo sviluppo dell’attività paralimpica. Accanto alla barca di Andrea Stella anche Starfly, di Andrea Alaimo, con un equipaggio di tutti i ragazzi della Lega Navale.»

«È bellissimo essere qui – ha commentato Agostino Randazzo, presidente del Circolo della Vela Sicilia, organizzatore della regata – e vedere con quale impegno la Lega Navale affronta la sua attività e questa sfida. Sarà un successo sicuramente, ed io ne sono felice. Questo percorso lo abbiamo fatto negli anni insieme, e tutti i risultati che sono arrivati e che arriveranno sono il giusto riconoscimento al presidente Tisci e alla sua struttura».

«Un piacere partecipare alla presentazione degli equipaggi della Lega Navale Italiana sezione di Palermo per la Regata Palermo-Montecarlo – le parole del Capitano di Vascello Raffaele Macauda, Direttore Marittimo della Capitaneria di Porto di Palermo -. Un’encomiabile iniziativa, che coniuga l’aspetto sociale con l’aspetto prettamente sportivo. Anche le due imbarcazioni riflettono questa dualità. Una squisitamente sportiva ed una che punta sulla inclusività, ma per entrambe sono certo che l’agonismo darà i suoi frutti».

REGATA PALERMO-MONTECARLO: I PREMI

La regata Palermo-Montecarlo è anche una tappa delle seguenti competizioni: Campionato Italiano Offshore della Federazione Italiana Vela;Mediterranean Maxi Offshore Challenge dell’International Maxi Association; Trofeo Mediterraneo Class40.

Le imbarcazioni d’altura che vi partecipano concorrono, oltre ai singoli premi di classe, per i due Trofei principali: il “Challenge perpetuo Angelo Randazzo”, per il vincitore in tempo compensato del gruppo più numeroso tra i due previsti; il “Trofeo Giuseppe Tasca d’Almerita”, per il primo sul traguardo in tempo reale. Da quest’anno, inoltre, sarà in palio anche il “Trofeo Circolo della Vela Sicilia”; ad aggiudicarselo sarà il vincitore overall in tempo compensato del gruppo meno numeroso tra IRC e ORC.

LEGA NAVALE ITALIANA ALLA PALERMO-MONTECARLO: CLICCA QUI PER IL VIDEO DI PRESENTAZIONE

Potrebbero interessarti