Home Dall'Italia Stadi, cinema e teatri tornano a riempirsi in zona bianca: la Sicilia spera

Stadi, cinema e teatri tornano a riempirsi in zona bianca: la Sicilia spera


Pippo Maniscalco

Con il Green pass obbligatorio, il Cts ha dato il suo parere positivo all'incremento della capienza massima negli stadi, nei palazzetti, nei teatri e nei cinema

Non è ancora un “tutto esaurito”, ma i teatri, i cinema, gli stadi, i palazzetti dello sport e i musei delle zone bianche potranno tornare a riempirsi al di là di quel 50% finora concesso. Si va verso l’accesso all‘80% nei cinema e teatri al chiuso e 100% all’aperto, il 75% negli stadi e il 50% nei palasport. Nessuna limitazione per i musei. È questo il parere del Comitato tecnico scientifico, che si è riunito ieri sera alle 19, ed ha terminato alle 22. Quindi, già nel prossimo Consiglio dei ministri, in programma il prossimo mercoledì 29 settembre, questo orientamento dei tecnici potrebbe tradursi in un provvedimento di legge che preveda queste novità. Resta invece un certo scetticismo nei confronti della riapertura delle discoteche. «Sono luoghi che non offrono adeguate garanzie di sicurezza», spiegano fonti vicine al Comitato. Per la ripartenza, dunque, bisognerà probabilmente attendere.

LE MANIFESTAZIONI SPORTIVE

Gli esperti hanno deciso in particolare che per quel che riguarda le manifestazioni sportive si può “procedere con graduali riaperture degli accessi a persone munite di Green Pass”. Il Cts“, in particolare, ritiene possibile prevedere un “aumento della capienza massima delle strutture all’aperto al 75% e per quelle al chiuso al 50% in zona bianca”. Raccomanda che “la capienza negli impianti debba essere rispettata utilizzando tutti i settori e non solo una parte al fine di evitare il verificarsi di assembramenti in alcune zone; siano rispettate le indicazioni all’uso delle mascherine chirurgiche durante tutte le fasi degli eventi. E che ci sia la vigilanza sul rispetto delle indicazioni”.

LA SICILIA SPERA

Il decreto che sarà emesso dal prossimo Consiglio dei ministri riguarderà le zone bianche. Quindi queste norme non riguarderebbero la Sicilia, che attualmente è in zona gialla. Però i siciliani possono sperare, in quanto l’Isola è scesa sotto le soglie previste per un ritorno in zona bianca: attualmente è al 14% di occupazione dei reparti non critici e al 9% per le terapie intensive. Questa situazione favorevole è stata confermata da una nota l’Ufficio statistica del Comune di Palermo: “La settimana appena conclusa conferma e rafforza la tendenza al rallentamento della diffusione del Covid-19 in Sicilia: sono diminuiti i nuovi positivi, gli attuali positivi, i ricoverati (ordinari e in terapia intensiva), i nuovi ingressi in terapia intensiva e i decessi”.

Potrebbero interessarti