Il palermitano Tancredi Bua finalista al Festival internazionale di cortometraggi

Palermo riserva sempre cittadini preziosi per la cultura internazionale. Tancredi Bua riceve la notizia dell'entrata in finale al Lago Film Fest

Un altro orgoglio tutto palermitano: Tancredi Bua, appena trentenne, è arrivato finalista al Lago Film Fest per il Premio Rodolfo Sonego, dedicato quindi a uno dei migliori sceneggiatori della commedia italiana. Il cortometraggio in lizza per il premio s’intitola “Battuta D’Arresto”. Tancredi Bua, già commediografo per i simpaticissimi I Sansoni, aspira a diventare uno di questi “migliori” e ai microfoni di Palermo Live racconta il suo percorso e i suoi sogni.

“Io ho studiato Scienze dello Spettacolo a Palermo – racconta Tancredi – ma poi ho deviato verso la strada del giornalismo, anche se mi è sempre rimasto il pallino della scrittura creativa, motivo per cui adesso lavoro con I Sansoni”.

LA STESURA DEL CORTOMETRAGGIO

La sceneggiatura in concorso è stata scritta a quattro mani insieme alla collega Elettra Sofia Mauri, una ragazza che vive dall’altra parte dell’Italia, a Seregno. Si sono conosciuti proprio grazie ad un video degli youtubers palermitani uscito un anno fa e da lì hanno iniziato a scambiarsi consigli. Con Elettra ho un background totalmente diverso. La prova del nove è stata quando le battute che ci suggerivamo da scrivere, facevano ridere entrambi.

A marzo di quest’anno ha avuto inizio questa nuova collaborazione tra i due proprio sotto la fase della quarantena. Non possono rivelare troppo ma la trama della pellicola gira attorno ad una particolare patologia, ma non quella del coronavirus.
“Siamo stati quasi costantemente in videochat e prima di metterci all’opera per il cortometraggio, a vicenda puntualmente ci raccontavamo il bollettino del giorno ma comunque entrambi abbiamo convenuto di non scrivere nulla riguardo alla pandemia, dato il momento delicato non ci sembrava il caso di riderci su”.

LE GIORNATE DEL FESTIVAL 

L’appuntamento per il Lago Film Fest, la cosiddetta “Woodstock cinematografica”, sarà dal 3 al 7 settembre a Treviso. "Avremo la possibilità concreta di conoscere sceneggiatori del settore che potranno darci consigli utilissimi. L’ultimo giorno saremo portati al Festival di Venezia, dove la nostra sceneggiatura sarà sottoposta ad importanti produttori cinematografici. Siamo molto emozionati".

L'ISPIRAZIONE 

La sua ispirazione è quella della parodia, che molto spesso combacia con la vita reale, ma i suoi film preferiti sono tanti e diversi tra loro, da Kill Bill alla prima trilogia della saga di Star Wars, però infine, nonostante l’ammirazione per le sensazionali pellicole americane stringe nel cuore un classico del concittadino Tornatore Nuovo Cinema Paradiso mi trasmette l’amore per il cinema e per tutto ciò che ci sta attorno”.