Home Cronaca di Palermo Teatro Massimo, il Comune di Palermo stanzia 572 mila euro

Teatro Massimo, il Comune di Palermo stanzia 572 mila euro


Redazione PL

allarme

Versata, nelle casse della Fondazione Teatro Massimo, la somma di 572 mila euro proveniente dalla tassa di soggiorno corrisposta nei primi mesi del 2022.

Senza attendere l’approvazione del bilancio, il sindaco aveva disposto che si utilizzassero ulteriormente in favore del Teatro Massimo le somme già incassate per l’imposta di soggiorno al 15 gennaio, pari a 572 mila euro, e le restanti somme che verranno a scadenza nei trimestri successivi. L’obiettivo è provvedere così all’utilizzo delle ulteriori risorse relative all’imposta di soggiorno per i restanti tre trimestri del 2022 per implementare il sostegno al Teatro Massimo almeno sino ad un 1 milione di euro e per provvedere anche alle iniziative culturali del Comune.

LA DIRETTIVA

Lo scorso marzo il sindaco Leoluca Orlando inoltre aveva emanato una direttiva con cui aveva disposto che la ragioneria generale in sede di predisposizione del bilancio 2021/2023 per la Giunta comunale, prevedesse per il 2022 l’utilizzo di risorse da destinare al Teatro Massimo, al Teatro Biondo e all’Area Culture. Nel dettaglio: 1.500.000 euro al Teatro Massimo, 1.000.000 al Teatro Biondo e 400.000 euro all’Area Culture per iniziative culturali.

CONTRIBUTO FONDAMENTALE

“L’erogazione immediata di queste somme e la previsione nel bilancio per l’annualità 2022 costituisce un contributo fondamentale per mettere in sicurezza e far ulteriormente crescere importanti istituzioni culturali riconosciute a livello internazionale. L’amministrazione comunale, nonostante noti ostacoli e difficoltà, conferma il suo grande impegno per la cultura nella città di Palermo”, ha detto il sindaco Leoluca Orlando.

Per il Sovrintendente Marco Betta “si tratta di un passaggio importante per la Fondazione Teatro Massimo. L’erogazione di queste prime somme che giungono grazie all’impegno del Comune di Palermo costituiscono un momento fondamentale per mettere in sicurezza la crescita e l’attività artistica del Teatro Massimo”.

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti