Home SportPallanuoto Il TeLiMar piazza il primo colpo di mercato: arriva il croato Andrija Basic

Il TeLiMar piazza il primo colpo di mercato: arriva il croato Andrija Basic


Marco Lombardo

Andrija Basic (TeLiMar)

A cinque giorni dalla conclusione del campionato, il TeLiMar mette a segno un grande colpo di mercato: dalla Croazia arriva Andrija Basic.

Sono giorni delicati per il Club dell’Addaura che, dopo aver conquistato l’accesso alle coppe europee, ha già rinforzato la squadra che avrà il compito di giocare a testa alta sia nel campionato di A1 e in Coppa Italia che nella LEN Euro Cup, riuscendo ad ingaggiare uno dei migliori giocatori stranieri liberi sul mercato.

L’obiettivo della prossima stagione

L’obiettivo del TeLiMar, dopo lo storico terzo posto in Coppa Italia ed il quarto posto in Campionato, è di confermarsi nella prossima stagione nell’Olimpo della pallanuoto italiana. Si vuole portare avanti, infatti, il programma quadriennale di alto livello iniziato a settembre 2020, che punta a dare visibilità anche internazionale all’intera città di Palermo.

Chi è Basic

Classe 1995, nato e cresciuto sportivamente nel Sebenico, il forte polivalente croato Andrija Basic si trasferisce a Zagabria nel 2014, dove gioca nel Mladost per quattro stagioni, conquistando all’esordio l’Argento in LEN Euro Cup. Poi, nel 2018, va a giocare in Grecia, nel Vouliagmeni, con cui quest’anno arriva in semifinale di LEN Euro Cup. Nel giro della Nazionale croata, Basic ha al suo attivo trenta partite con i Barakuda allenati da Tucak, con cui ha conquistato l’Argento in World League nel 2019 a Belgrado.

I commenti

«Sono felice di far parte di questa società con una importante storia – esordisce così Basic salutando il pubblico di Palermo -. Penso che il TeLiMar Palermo sia una squadra con grandi giocatori e con un validissimo staff. Spero che riusciremo a mantenere l’alto livello già raggiunto nella stagione neo conclusa, facendo crescere sempre più il nostro gioco, allenandoci sempre come una squadra».

Dal punto di vista tecnico, ci pensa l’allenatore del TeLiMar Marco Gu Baldineti a descrivere il neo acquisto. “È un giocatore completo in grado di ricoprire più ruoli, dal marcatore del centro a posizione 1, 2, 4, e 5, già nel giro della nazionale croata di cui probabilmente entrerà a far parte stabilmente nel prossimo quadriennio olimpico. Molto forte, ma giovane, e quindi con ancora margini di ulteriore miglioramento, è il giocatore che volevo e la cui scelta ho condiviso con il Presidente. Un investimento certamente mirato e saggio, ad ulteriore garanzia dei nostri ambiziosi programmi, basati su un intenso lavoro quotidiano».

Giliberti: “Basic valore aggiunto della squadra, Vlahovic determinante nella trattativa”

Marcello Giliberti, presidente del TeLiMar, motiva la soddisfazione nell’aver portato a Palermo il nuovo tesserato, riassumendo le operazioni di mercato delle prossime settimane.

Entusiasti per lo straordinario salto di qualità che abbiamo operato in questa stagione, stiamo via via riconfermando buona parte del nostro straordinario gruppo, che stiamo anche potenziando in modo da poter far fronte ai tre importanti impegni che dovremo affrontare nella prossima stagione sportiva. Con questo preciso obiettivo, abbiamo in corso due trattative molto avanzate con un giocatore straniero e con un giocatore italiano, entrambi mancini, dei quali ne perfezioneremo uno soltanto entro mercoledì sera, per andare a sostituire il partente Luca Damonte. Sono entusiasta dell’ingaggio di Basic, giocatore con il quale eravamo in contatto da più di un mese, che riteniamo porterà un importante valore aggiunto alla squadra, essendo dotato di una ottima visione di gioco, di un eccellente nuoto, di un grande tiro e di una grande duttilità nell’andare a ricoprire un po’ tutte le posizioni“.

Non nascondendo che l’asso della manica nella trattativa è stato proprio un atleta di casa TeLiMar. “In questa trattativa – conclude Giliberti è stato determinante il nostro bravissimo giocatore croato Vlahovic, cresciuto pallanotisticamente insieme all’amico Basic. E’ stato lui a garantire sull’affidabilità della nostra società e sulla bontà del nostro progetto“.

Potrebbero interessarti