Home VIDEO| Temporale Palermo, protesta sotto Palazzo delle Aquile: «Sicurezza per i cittadini»

VIDEO| Temporale Palermo, protesta sotto Palazzo delle Aquile: «Sicurezza per i cittadini»


Andrea Mari

Una folla di manifestanti si è ritrovata sotto la sede del Comune di Palermo per protestare chiedendo sicurezza per i cittadini.

Il temporale record del 15 luglio scorso ha messo in ginocchio una città interna mostrandoci quanto possa essere fragile l’equilibrio di una grande metropoli come Palermo. Le scene apocalittiche hanno fatto il giro di tutto il mondo certificando come la violenza della natura, a volte spietata, riesca ad essere imprevedibile e feroce al tempo stesso. Nonostante l’avvenimento sia stato davvero eccezionale (sul capoluogo della Sicilia si sono riversate le precipitazioni che in genere si dilazionano in tre mesi estivi), il Comune di Palermo non è certo esente da colpe. Proprio per questo, sotto Palazzo delle Aquile, sede dell’amministrazione presieduta da Leoluca Orlando, si sono assiepate diverse persone che, a gran voce, hanno chiesto più sicurezza per tutti i palermitani. Obiettivo: non assistere più a scene del genere togliendo, almeno, una piccola percentuale di rischio con programmazione ed interventi mirati.

IMMAGINI DI MARCELLA CHIRCHIO

LA PROTESTA

Più sicurezza per tutti. Il presidio all’ingresso principale di Palazzo della Aquile ha voluto esprimere tutta la sua preoccupazione in merito agli eventi del 15 luglio scorso, giorno del super temporale che ha inondato la città intera:

Siamo qui per chiedere un’assunzione di responsabilità alle istituzioni, in particolare all’amministrazione comunale e a quella regionale, in seguito ai danni causati dall’alluvione di mercoledì scorso. Sappiamo che tutte le problematiche della città, dalla viabilità all’impianto fognario, affondano le radici lontano nel tempo ma non possiamo pensare che la risposta della politica sia sempre con uno scarica barili. Occorre che il piano d’emergenza varato venga vagliato ed i cittadini devono essere messi nelle condizioni di testarne l’efficacia. Non possiamo più rimandare…

Alle dichiarazioni di Stefania, militante di “Potere al Popolo Palermo“, si aggiungono anche quelle di Giorgio, portavoce de “Centro sociale anomalia“:

Abbiamo deciso di organizzare questa assembela sotto Palazzo delle Aquile perché è importante che i fatti di mercoledì non cadano nel dimenticatoio. Questa città si è dimostrata fragile a causa delle inefficienze delle istituzioni pubbliche, dallo Stato alla Regione, fino a quelle del Comune di Palermo che dovrebbe tutelare i propri cittadini. Serve un piano d’intervento straordinario affinché tutto questo non succeda più. Dobbiamo evitare potenziali tragedie!

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY