Home SportVolley Il Volley Terrasini si arma per l’assalto alla B1: prese Brioli e Carnazzo

Il Volley Terrasini si arma per l’assalto alla B1: prese Brioli e Carnazzo


Marco Lombardo

L'organico gialloblu sempre più roccaforte della categoria. Da Comiso giungono la palleggiatrice Brioli e la centrale Carnazzo

Carnazzo e Brioli al Volley Terrasini

Regalare emozioni sembra essere diventato l’obiettivo principale per Toni Mancino. Il suo Volley Terrasini, imbattuto nella prima fase di regular season, ha dato lustro alla provincia palermitana con un vertiginoso ruolino di marcia. Dieci vittorie su altrettante gare sono bastate per assegnargli un 30 (e lode) nella classifica dl girone N2 di B2 femminile.

Ma ora il sentiero si fa più tortuoso con altri quattro step di andata e ritorno davvero infuocati. C’è la prima fase dei play off promozione e il duello contro Pedara, piazzatosi quarto nel girone N1 (12 maggio in trasferta, 15 maggio in casa). E poi, in caso di esito favorevole, una seconda fase contro la vincente tra Polistena e Santo Stefano di Camastra (tra il 19 ed il 23 maggio). Della terza e della quarta tappa, in programma rispettivamente a fine maggio e metà giugno, meglio parlarne in seguito anche per scaramanzia.

Nel frattempo il sodalizio gialloblu si rinforza e cerca di non lasciare nulla al caso. A disposizione del tecnico Enzo D’Accardi, infatti, giungono dall’Ardens Comiso la regista Michela Brioli e la centrale Paola Carnazzo. La prima bergamasca, quarta stagione in Sicilia a cavallo tra la B1 e la Quarta serie nazionale. La seconda, catanese, con importanti esperienze tra Catania e Modica in B1. I due ingaggi completano con competenza una vera e propria roccaforte della categoria.

Pensiamo di avere tutte le carte in regola per giungere fino alla fine di questo percorso“, afferma il presidente Toni Mancino, che si definisce un novizio in virtù della sua recentissima storia nel mondo della pallavolo. Un novizio che intanto sta riscuotendo consensi da più ambiti ed in particolare nella comunità dove opera a cominciare da Giosué Maniaci, il primo cittadino di Terrasini che con i suoi post ha esaltato a più riprese il momento florido della squadra favarottara.

volley terrasini 10 su 10

Non solo promozione, il sogno è la serie A

Vogliamo arrivare intanto in serie B1, preludio di un progetto molto più ambizioso. Terrasini e soprattutto la provincia di Palermo meritano senza tanti giri di parole una categoria all’altezza. Manca da quasi un ventennio la serie A. E, personalmente, spero di esaudire questo desiderio“, confida il massimo dirigente gialloblu.

Un sogno che va coltivato, è indubbio. E il prossimo passo si dovrà compiere il prossimo mese di maggio con l’avvio dei play off promozione. “Abbiamo sulla carta una squadra di tutto rispetto, che finora non ha deluso le aspettative grazie anche al lavoro infaticabile dello staff tecnico“, ammette Mancino. Che come tutti non nasconde le sue preoccupazioni su una stagione alquanto travagliata.

Tantissime squadre hanno pagato sul campo il prezzo salato del Covid – continua il presidente del Volley TerrasiniLe prestazioni di svariate compagini, tra rinvii di partite e blocco degli allenamenti, hanno inciso sull’andamento della stagione. Il nostro girone fortunatamente non ne ha particolarmente risentito, ma i contagi stanno crescendo in questo periodo dell’anno e questo preoccupa me e tutti gli addetti ai lavori che sono impegnati in questa nuova fase. E’ un successo chiudere indenni il campionato“.

Tante strozzature nella stagione della “navigazione a vista”. Per la pandemia la Federazione Italiana Pallavolo ha rinviato in più riprese la partenza dei campionati, salvo rimodulare la formula dei campionati in corso d’opera con una divisione in mini gironi ed il blocco delle retrocessioni per tutti i tornei.

Ma intanto, la Palermo del volley femminile si gode la sua Terrasini e i suoi record.

Potrebbero interessarti