Home Dal mondo Niente TikTok per i dipendenti della Commissione Ue, il divieto per “motivi di sicurezza informatica”

Niente TikTok per i dipendenti della Commissione Ue, il divieto per “motivi di sicurezza informatica”


Redazione PL

"Siamo delusi da questa decisione, che riteniamo sbagliata e basata su pregiudizi ", ha dichiarato un portavoce di TikTok

overdose

Vietato l’uso di TikTok ai dipendenti della Commissione Ue. A motivare la decisione ragioni di “sicurezza informatica”. Il board del corporate management ha deciso di sospendere l’uso dell’applicazione made in China sui dispositivi mobili aziendali e sui dispositivi personali registrati nel sistema degli apparati mobili.

“La misura è in linea con le nostre rigide politiche interne di sicurezza informatica per l’utilizzo di dispositivi mobili. Integra i consigli di vecchia data al personale per applicano le migliori pratiche nell’uso dei social e mantenere un alto livello di consapevolezza informatica nel loro lavoro quotidiano. La misura è volta a proteggere la Commissione contro minacce e azioni di cybersicurezza”. Così ha dichiarato la portavoce Sonya Gospodinova.

“Disinstallare l’app entro il 15 marzo”

Una mail del servizio di sicurezza informatica ha provveduto, dunque, ad informare i dipendenti della Commissione europea. L’applicazione dev’essere disinstallata non oltre il 15 marzo. Chi non dovesse rispettare la richiesta vedrà sospesi i servizi corporate di email e Skype for Business.

“La Commissione europea è un’istituzione e come tale ha un forte focus sulla protezione della sicurezza informatica ed è su questo che abbiamo preso questa decisione”, ha spiegato il commissario europeo per il Mercato interno, Thierry Breton. “Siamo estremamente attenti a proteggere i nostri dati”, ha aggiunto affermando che la decisione è stata presa dal commissario Ue Johannes Hahn.

La replica di TikTok

Dal canto suo la nota piattaforma social ha definito la decisione “sbagliata”. “Siamo delusi da questa decisione, che riteniamo sbagliata e basata su pregiudizi – recita un comunicato -. Abbiamo contattato la Commissione per mettere le cose in chiaro e spiegare come proteggiamo i dati dei 125 milioni di persone che sono su TikTok ogni mese in tutta l’Ue”.

“Stiamo continuando a migliorare il nostro approccio alla sicurezza dei dati – prosegue la nota – anche attraverso la creazione di tre data center in Europa per conservare i dati degli utenti a livello locale, riducendo ulteriormente l’accesso ai dati da parte dei dipendenti e minimizzando il flusso di dati al di fuori dell’Europa”.

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti