Home Dall'Italia Titolare pub, “Non vogliamo i soldi di chi ha votato la Meloni”: è polemica

Titolare pub, “Non vogliamo i soldi di chi ha votato la Meloni”: è polemica


Redazione PL

“Noi i soldi di chi l'ha votata”, così scrive la titolare di un pub di Livorno, "La bua dell'orate", in riferimento a Giorgia Meloni.

 
“Noi i soldi di chi l’ha votata”, così scrive la titolare di un pub di Livorno, “La bua dell’orate”, in riferimento a Giorgia Meloni.
 
“Siete gentilmente pregati di essere coerenti con il vostro voto e di non frequentare più il nostro baretto di invertite/deviate. Con amore, la Bua”. Il messaggio, pubblicato sulla pagina Facebook del locale, è diventato virale in città scatenando un’ondata di polemiche. 

Io sono omossessuale – aggiunge la proprietaria – il mio locale è frequentato da molti membri della comunità e mi spaventa il pensiero che qualcuno che vuole solo rilassarsi in compagnia, in un luogo inclusivo, possa invece rischiare di essere attaccato da altri clienti con un’ideologia di pensiero come quella della Meloni. A questi chiedo di fare una scelta conscia su dove trascorrere le proprie serate”. 

Sottolinea: ” Un’altra cosa che voglio chiarire per evitare fraintendimenti è la definizione “Invertite/Deviate” è un titolo di uno spettacolo teatrale con cui ci definiamo noi, è una battuta, un modo simpatico”. Il locale nei mesi scorsi ha sostenuto e pubblicizzato anche il Toscana Pride che si è svolto a Livorno. 

Arianna Meloni commenta la vittoria della sorella: “Noi due come Sam e Frodo”

Potrebbero interessarti