Home Salute e benessere Torna d’attualità la zona arancione: quali sono le attuali limitazioni

Torna d’attualità la zona arancione: quali sono le attuali limitazioni


Pippo Maniscalco

Con l'attuale andamento della pandemia in Sicilia si parla sempre più spesso di zona arancione. È opportuno, pertanto, ricordarne le limitazioni

arancione

Ormai da giorni è tornata d’attualità la possibilità della zona arancione per la Sicilia. Anche il presidente della Regione Nello Musumeci, qualche giorno fa ha ammesso che “con questi numeri è inevitabile”. Ieri si è mosso di conseguenza, ed ha firmato un’ordinanza che da domenica 9 gennaio farà scattare la zona arancione in 42 comuni. È comunque probabile che a questo provvedimento ne seguiranno altri che coinvolgeranno altre zone. E non è escluso che l’attuale incremento dei numeri Covid possa fare decretare un salto di fascia in tutta la Sicilia. Con questi presupposti forse è opportuno ricordare quali sono le attuali restrizioni previste per chi si trova in zona arancione.

QUALI SONO LE LIMITAZIONI IN ZONA ARANCIONE

Nell’eventualità di una zona arancione, non ci saranno i divieti duri del 2021. Ma comunque le limitazioni ci sono. A cominciare dai mezzi pubblici, che continueranno a potere essere utilizzati solo da coloro che sono muniti di Super Green pass. È vietata l’attività lavorativa ai non vaccinati, mentre per tutti gli altri basterà il Green pass base. C’è l’accesso libero nei negozi, mentre per i centri commerciali è necessario esibire il Super Green pass.Bar e i ristoranti Possono restare aperti, ma nei tavoli non possono sedere più di 4 persone. Ma occorre il Super pass anche per le consumazioni al bar. Così come nelle strutture ricettive e nei loro servizi. È possibile praticare attività sportive all’aperto, mentre per entrare in piscine e palestre sarà necessario essere in possesso del Super certificato verde. Che è anche indispensabile per i cinema, teatri, feste, cerimonie e fiere. Infine nelle zone arancioni le Regioni possono decidere in autonomia se passare alla didattica a distanza. Attualmente la Regione avrebbe voluto fermare le lezioni in presenza e passare alla Dad, ma si è scontrata con la norma nazionale che impone l’attività in aula fino a quando l’Isola resterà gialla.

Potrebbero interessarti