Home Dal resto della Sicilia Tre migranti si sono tuffati dalla Geo Barents per raggiungere Catania

Tre migranti si sono tuffati dalla Geo Barents per raggiungere Catania


Redazione PL

Le condizioni dei migranti sulle navi umanitarie Geo Barents e Humanity 1, ferme al porto di Catania, sono sempre più precarie. "Riscontriamo molti attacchi di panico"

Tre giovani migranti a bordo della Geo Barents ormeggiata nella rada di  Catania si sono tuffati in mare nel tentativo di raggiungere la terraferma. Hanno nuotato fino ad un galleggiante e poi sono stati recuperati dalle autorità e portati sul molo vicino alla nave di Medici senza frontiere. I tre sono in buone condizioni. La tensione a bordo delle navi umanitarie ferme nel porto di Catania è sempre più alta. In questo momento sono bloccate sia Humanity 1 che Geo Barents di Medici senza frontiere, la prima con 35 migranti a bordo, la seconda con 214. Si tratta di persone che le autorità italiane hanno reputato non idonee allo sbarco,  concesso solo a donne, bambini, fragili e nuclei familiari.

“Riscontriamo molti attacchi di panico”

Dalla Geo Barents fanno sapere che la situazione a bordo, dal punto di vista psicologico, sta degenerando. “Riscontriamo molti attacchi di panico”. E proprio dalla nave di Medici senza frontiere, intorno alle 14.30, si sono lanciati in mare i tre migranti,  che fanno parte del gruppo costretto a rimanere a bordo. I tre giovani si sono tuffati per provare a raggiungere la terraferma. Una volta in acqua hanno nuotato fino a un galleggiante e poi le autorità li hanno  recuperati  e portati sul molo, di nuovo vicino alla nave umanitaria. Stanno tutti bene e sono stati soccorsi immediatamente dalla Croce rossa presente al porto.

Potrebbero interessarti