Home Cronaca di Palermo Ufficio comunale da Boccadifalco spostato a Borgo Nuovo: “Scelta ingiusta”

Ufficio comunale da Boccadifalco spostato a Borgo Nuovo: “Scelta ingiusta”


Redazione PL

Il Consiglio della IV Circoscrizione: "Invece del meritato encomio per il lavoro svolto, con questo decentramento si penalizzano personale e utenza"

Una scelta considerata profondamente ingiusta quella del Comune di Palermo che, senza preavviso, stando a quando afferma il Consiglio della IV Circoscrizione, decide di trasferire un ufficio da Boccadifalco a Borgo Nuovo.

LE RIMOSTRANZE

Il Consiglio della IV Circoscrizione esprime la propria contrarietà per la chiusura immediata dell’ufficio della postazione decentrata di Boccadifalco, decisa senza alcun preavviso dai dirigenti del settore, che dopo settimane e settimane di confronto hanno adottato un provvedimento a nostro avviso profondamente sbagliato sia nel metodo che nel merito, trasferendo d’imperio tutto il personale presso la postazione decentrata di Borgo Nuovo. Non si può penalizzare l’utenza di un territorio a rischio come boccadifalco per coprire l’inefficienza della macchina organizzativa comunale, oramai al collasso. Il nostro personale ha dimostrato grande professionalità ed abnegazione sopportando per mesi e mesi un carico di lavoro impressionante, garantendo all’intera amministrazione comunale i servizi di utenti provenienti da tutta la città”.

PENALIZZATI NONOSTANTE IL GRAN LAVORO

D’altra parte, i numeri parlano chiaro. Le tre postazioni della iv circoscrizione: Mezzomonreale, Tricomi e Boccadifalco nel periodo compreso tra il primo gennaio e il 31 maggio di quest’anno hanno effettuato oltre ventimila operazioni fra rilascio carte d’identità, certificati, cambi residenza, registrazioni nascite e morti, celebrazione matrimoni. Con questi numeri ci saremmo aspettati che il comune desse l’encomio al personale e a chi li dirige, invece di prendere decisioni senza logica, che non risolvono il problema anzi penalizzano utenti e personale”.

IN CERCA DI SPIEGAZIONI

Domattina ci recheremo, unitamente alle organizzazioni sindacali, presso il coordinamento circoscrizioni per cercare di trovare soluzioni condivise finalizzate a migliorare i servizi anziché peggiorararli. Nel frattempo ci aspettiamo dall’Assessora Giovanna Marano, competente in materia, che ci dica le reali motivazioni di tale scelta, per dissipare i dubbi che dietro tale immotivata decisione, possano esserci motivi politici e non di merito e di dimostrare alla città intera che non esistono quartieri di serie A e quartieri di serie B, Circoscrizioni di serie A e Circoscrizioni di serie B. Silvio Moncada Presidente iv Circoscrizione”.

Potrebbero interessarti