Home Dal mondo Vaccinarsi per una birra, un ingresso gratis, oppure per soldi

Vaccinarsi per una birra, un ingresso gratis, oppure per soldi


Pippo Maniscalco

Negli Usa sono diverse le iniziative per convincere i cittadini riluttanti a vaccinarsi. Vogliono raggiungere a giugno l'immunità di gregge

Le vaccinazioni negli Stati Uniti procedono a ritmo sostenuto: 78,3 milioni di americani sono pienamente vaccinati, pari al 30,3%. Mentre 124,8 milioni, il 48,3%, hanno ricevuto almeno una dose. E se continuano a somministrare 3 milioni di dosi al giorno, secondo l’immunologo in capo Anthony Fauci, l’America raggiungerà l’immunità di gregge entro giugno. Tutti sono impegnati a raggiungere questo risultato. Ed è per questo motivo che alcuni governi locali e diverse aziende private stanno cercando di convincere cittadini e dipendenti a farsi vaccinare contro il coronavirus, offrendo anche incentivi.

INCENTIVI PER I RIOTTOSI

Sono previste ricompense in denaro, ma vengono proposti anche biglietti gratis per entrare a musei ed eventi vari e persino omaggi in birrifici e negozi di marijuana. Questo perché nonostante i risultati raggiunti, negli ultimi tempi, negli Stati Uniti il ritmo delle vaccinazioni è un po’ calato. Molte persone hanno saltato il richiamo del vaccino. Con queste iniziative alcuni governi locali e alcune aziende sperano di raggiungere le persone che non si sono ancora convinte a vaccinarsi.

100 DOLLARI PER VACCINARSI

La scorsa settimana il governo del West Virginia ha annunciato che offrirà ai giovani residenti che si vaccinano un buono del Tesoro del valore di 100 dollari, l’equivalente di circa 83 euro. Nel Maryland, lunedì scorso il governatore Larry Hogan ha detto che tutti gli impiegati pubblici che si vaccineranno con entrambe le dosi saranno ricompensati anche loro con un bonus dello stesso valore. Inoltre ha invitato le aziende del distretto a valutare la possibilità di offrire a loro volta incentivi ai dipendenti. A Detroit, in Michigan, chiunque accompagni qualcun altro a vaccinarsi può ricevere una ricompensa di 50 dollari. Il sindaco della città, Mike Duggan, ha spiegato che non ci dovrebbe essere «alcuna barriera che impedisca ai cittadini di Detroit di ottenere il vaccino, e certamente non il trasporto».

100 DOLLARI PER VACCINARSI

La scorsa settimana il governo del West Virginia ha annunciato che offrirà ai giovani residenti che si vaccinano un buono del Tesoro del valore di 100 dollari, l’equivalente di circa 83 euro. Nel Maryland, lunedì scorso il governatore Larry Hogan ha detto che tutti gli impiegati pubblici che si vaccineranno con entrambe le dosi saranno ricompensati anche loro con un bonus dello stesso valore. Inoltre ha invitato le aziende del distretto a valutare la possibilità di offrire a loro volta incentivi ai dipendenti. A Detroit, in Michigan, chiunque accompagni qualcun altro a vaccinarsi può ricevere una ricompensa di 50 dollari. Il sindaco della città, Mike Duggan, ha spiegato che non ci dovrebbe essere «alcuna barriera che impedisca ai cittadini di Detroit di ottenere il vaccino, e certamente non il trasporto».

LE INIZIATIVE DELLE AZIENDE

Iniziative simili le hanno adottate anche da alcune catene di ristoranti e della grande distribuzione, dove moltissimi dipendenti lavorano a contatto col pubblico. Come Lidl, McDonald’s e il rivenditore di prodotti per animali domestici Petco. La compagnia American Airlines ha offerto ai propri dipendenti che lavorano negli Usa e decidono di vaccinarsi un giorno di riposo. Ma anche punti miglia per un valore di 50 dollari. Mentre Amazon ha promesso 80 dollari ai lavoratori essenziali che si faranno somministrare entrambe le dosi. Oltre alle ricompense in denaro, alcuni enti e aziende private hanno deciso di puntare anche sugli omaggi o sulle convenzioni.

Potrebbero interessarti