Home Dal resto della Sicilia Vaccini a bambini e terze dosi: l’Asp di Palermo si sposta a Lampedusa

Vaccini a bambini e terze dosi: l’Asp di Palermo si sposta a Lampedusa


Redazione

Le vaccinazioni si terranno nei locali della scuola elementare Giovanni Pascoli, dal 7 al 9 gennaio. Sarà possibile ricevere la prima, la seconda o la terza dose, oppure vaccinare i bambini dai 5 agli 11 anni

vaccini

Vaccini per i più piccoli e non solo. Da venerdì 7 a domenica 9 gennaio, l’Asp di Palermo vaccinerà a Lampedusa i bambini della fascia pediatrica, 5-11 anni. Si tratta di più di 350 ragazzi, a cui si dedicherà un’equipe di medici, infermieri, educatori e personale amministrativo.

Le somministrazioni dei vaccini avverranno nei locali della Scuola elementare Giovanni Pascoli, tra disegni da colorare, matite in dono e palloncini.

“La scelta condivisa con l’Amministrazione comunale di sfruttare i locali dell’Istituto Pascoli – ha spiegato il Direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni – nasce dall’esigenza di somministrare la vaccinazione in ambienti familiari ai ragazzi. In quegli stessi locali che quotidianamente frequentano per le lezioni scolastiche. I genitori ed i bambini troveranno un’equipe che fornirà a mamme e papà tutte le informazioni utili a far comprendere quanto sia importante vaccinare anche i più piccoli, soprattutto, in un momento in cui i contagi aumentano di giorno in giorno. Proteggere i bambini significa anche proteggere i più grandi per far sì che sia immunizzata una fascia sempre più alta della popolazione”.

vaccini
Daniela Faraoni, Direttore generale dell’Asp di Palermo

Le vaccinazioni nella scuola, con ingresso da Piazza Martiri d’Italia, si terranno dalle ore 10 alle 16.

In altri locali dell’istituto, inoltre, dalle ore 9 alle ore 16 degli stessi giorni, un’altra equipe sarà a disposizione dell’intera popolazione di Lampedusa. Sarà così possibile ricevere prime, seconde o terze dosi. Il personale amministrativo inoltre curerà registrazioni, rilascio di certificazioni e Green Pass a chi avrà trovato difficoltà a scaricarlo dal portale nazionale.

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti