Home Cronaca di Palermo VIDEO| Code e vaccini che scarseggiano, nuovi disagi all’hub della Fiera

VIDEO| Code e vaccini che scarseggiano, nuovi disagi all’hub della Fiera


Affiance Service

Segnalate numerose persone in coda, con tempi di attesa abbastanza lunghi. La denuncia di Viviana Lo Monaco (M5S).

Le immagini dalla Fiera del Mediterraneo

Nuovi disagi all’hub vaccinale della Fiera del Mediterraneo, a Palermo. Sono diverse infatti le segnalazioni di code da parte degli utenti in attesa della prima o della seconda dose. Una situazione resa complicata anche dalla mancanza di alcune categorie di siero, che ha costretto l’Asp a rinviare addirittura alcune inoculazioni. Il tutto con relativi disagi per l’utenza, già fiaccata dalla pandemia e dall’attesa del proprio vaccino. Non è la prima volta infatti che nella struttura vengono segnalate code. Era già successo, ad esempio, per l’inagurazione delle inoculazioni per le persone estremamente fragili. Da allora sono stati fatti certamente dei progressi ma, in presenza di un’ampia affluenza, il quadro rimane drammatico.

LA SITUAZIONE ALLA FIERA: L’ACCUSA DI VIVIANA LO MONACO (M5S)

Disagi sottolineati aspramente dalla consigliera comunale del Movimento 5 Stelle Viviana Lo Monaco. La rappresentante pentastellata, membro della commissione Garanzia e Trasparenza, descrive così i disagi della clientela del centro vaccinale. “Lo spettacolo a cui stiamo assistendo in questi giorni presso l’hub vaccinale della Fiera del Mediterraneo attesta l’incapacità di gestire degnamente una campagna vaccinale che discrimina i più fragili. Ultra settantenni con patologie, regolarmente prenotati per la seconda dose, giunti ieri sul posto si sono sentiti dire che il loro vaccino non era più disponibile, in barba a qualunque forma di programmazione. Nessun preavviso, né via email, né telefonico. Rimandato a oggi – ma solo verbalmente – l’appuntamento, la situazione è risultata insostenibile, a causa di una fila interminabile all’esterno, sia in macchina che a piedi.

“Nessuna differenza nella fila compatta e sterminata, in cui si creano evidenti e pericolosi assembramenti, senza la previsione di alcuna priorità per chi è estremamente vulnerabile e per gli anziani che certamente non possono sostenere queste attese, né in automobile, né tantomeno restando in piedi. La risposta di chi “supervisiona” l’area esterna? “Se non può resistere in fila per ore, non sappiamo come aiutarla” – commenta caustica la Lo Monaco -. E via di nuovo a casa, in attesa di tempi migliori, rimandando ancora una volta la dose tanto attesa”.

LA VISITA DELLA COMMISSIONE TRASPARENZA E GARANZIA

Palermo, commissione Trasparenza e Garanzia all'hub della Fiera
La Commissione “Trasparenza e Garanzia” all’hub della Fiera

“Eppure, pochi giorni fa con la Commissione Speciale Garanzia e Trasparenza mi ero personalmente recata lì per un aggiornamento rispetto alla risoluzione di alcune criticità che mi erano state segnalate e per manifestare piena disponibilità alla collaborazione, ma in quell’occasione ho ricevuto le più ampie rassicurazioni – continua la Lo Monaco -, come se fosse tutto sotto controllo, anche la momentanea carenza di vaccini, che non avrebbe dovuto riguardare chi era già prenotato per il richiamo! Abituati come siamo alle edulcorate dichiarazioni del Commissario anticovid, dobbiamo invece registrare come – alla prova dei fatti – ogni giorno i cittadini siano costretti a bere caffè amari”.

Potrebbero interessarti