Home Dall'Italia Virus sinciziale: morto un bambino in Campania, caso sospetto in Liguria

Virus sinciziale: morto un bambino in Campania, caso sospetto in Liguria


Redazione

Aperta un'inchiesta a Castellamare di Stabia a seguito della morte di un bambino di cinque mesi

sinciziale

Un bambino di cinque mesi è morto nel reparto Pediatria dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli a causa del virus sinciziale. Si tratta di una malattia respiratoria che colpisce i bambini in tenera età.

Il piccolo paziente era giunto il 6 novembre scorso con una grave dispnea e gravi problemi respiratori – spiegano dalla Direzione Sanitaria – La malattia ha avuto una evoluzione rapida negativa e si stava preparando il suo trasferimento all’ospedale Santobono, con un’anestesista come accompagnatore. E’ stato intubato, ma non ha retto alla manovra di intubazione. E’ morto subito dopo“.

In tutto il territorio nazionale sono tanti i casi di bambini piccoli colpiti dal virus sinciziale per il quale non esistono cure, solo terapie di supporto: tra questi anche la figlia della coppia Fedez-Chiara Ferragni. Sequestrata la cartella clinica, il corpicino del bimbo sarà sottoposto ad autopsia, per dare seguito a un’indagine aperta su quanto accaduto.

Virus sinciziale: altro caso sospetto di morte in Liguria

Altro caso sospetto arriva dall’ospedale Sant’Andrea di La Spezia per un arresto cardiocircolatorio forse dovuto, secondo una prima ipotesi diagnostica, a un’insufficienza respiratoria acuta sostenuta da un’infezione da virus sinciziale. Il decesso è avvenuto questa mattina alle ore 4, fanno sapere dall’ospedale. I genitori avevano portato il figlio al nosocomio perché da 24 ore presentava una tosse persistente con progressivo aggravamento.  Dopo triage e a tampone antigenico, risultato negativo, i medici hanno disposto il ricovero del piccolo. La situazione si è aggravata in maniera rapida, a nulla sono valse le manovre per rianimare il bambino, andate avanti per oltre un’ora e mezza. Sarà l’autopsia a chiarire le cause della morte del bambino.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Potrebbero interessarti