Home Sport Volley, la Re Borbone-Saver non si ferma più: travolge anche Vibo

Volley, la Re Borbone-Saver non si ferma più: travolge anche Vibo


Redazione PL

In B quarta vittoria di fila dei palermitani che piegano per 3-0 il “fanalino”

Volo Saber - foto di archivio

La Re Borbone Saber non si ferma più. Nell’ottava giornata del campionato di Serie B maschile di volley, il sestetto guidato da Nicola Ferro ha conquistato la quarta vittoria consecutiva vincendo in casa del “fanalino di coda” Callipo Vibo Valentia.

Blanco e compagni si sono imposti nettamente col punteggio di 3-0 (parziali 25-14, 25-21, 25-13), confermando i pronostici della vigilia. Troppo giovani ed inesperti i calabresi per impensierire la formazione del presidente Giorgio Locanto che continua a crescere e a convincere. Assente Fabian Gruessner, rimasto a casa con l’influenza (opposto ha giocato Nicola Atria), il tecnico Ferro ha colto l’occasione per far ruotare tutta la rosa a disposizione, a cominciare dal centrale Richard Opoku, autore di due “ace” e di una prova di carattere. Marco Lombardo ha confermato il suo ottimo momento, tra i migliori anche Gianluca Simanella e in difesa Marco Sutera. Sabato prossimo la Re Borbone Saber riposerà, cominciando già a pensare al prossimo esame a Lamezia Terme l’11 dicembre: una sfida diretta sulla strada che porterà ai play-off.

La cronaca

Partita a senso unico al PalaValentia. La Re Borbone Saber ha preso subito in mano le redini del match e non ha mai mollato la presa: 8-4, 16-9, 21-11, fino al 25-14 col quale si è concluso il primo set. All’inizio del secondo parziale il Callipo ha provato a reagire con orgoglio portandosi in vantaggio 8-6. I palermitani, però, hanno fatto in fretta a ritrovare la giusta concentrazione e hanno ribaltato il punteggio: 16-14, 21-16, chiudendo sul 25-21. Dominio degli ospiti anche nel terzo e ultimo set: dall’8-2 si è passati al 16-8 e 21-13, i calabresi hanno mollato e sul 25-13 la partita si è rapidamente conclusa.

 Il tabellino

CALLIPO VIBO VALENTIA-RE BORBONE SABER PALERMO 0-3

CALLIPO VIBO VALENTIA: Pisani (L), Carellario, Mirabella 3, Guarascio 1, Mirarchi 4, Cortese 4, Vizzari 6, Asteriti, Alcantarini, Tassone 5, Iurlaro. All. Francesco Piccioni.

RE BORBONE SABER PALERMO: Sutera (L), Blanco 7, Donato (L), Ferro, Brucia, A. Simanella 7, Lombardo 11, Galia 5, Opoku 3, G. Simanella 6, Atria 11. All. Nicola Ferro.

Arbitri: Claudio Spartà e Martina De Luca 

Parziali: 14-25, 21-25, 13-25

 I commenti

L’allenatore Nicola Ferro: “Mi aspettavo di più dai nostri avversari, che avevo visto più vivaci in alcuni filmati delle partite precedenti. Invece hanno mostrato tanta inesperienza e per noi è stato facile chiudere la partita in un’ora e un quarto di gioco. L’andamento del match mi ha dato la possibilità di far ruotare tutti i giocatori, da Opoku a Brucia e Donato, che finora hanno trovato poco spazio ma che potranno essere utili in futuro. Ora abbiamo due settimane per preparare la trasferta di Lamezia che sarà una vera prova del nove”.

Il presidente Giorgio Locanto: “E’ stato un allenamento, ma i ragazzi hanno affrontato l’impegno con la giusta serietà, forse memori di qualche punto che abbiamo perso per strada. C’è stata concentrazione e voglia di far bene, il che ci fa ben sperare. La trasferta è servita a migliorare il livello generale della squadra, offrendo l’opportunità a tutti di fare esperienza. Siamo in una fase di crescita generale, segnali importanti in vista della difficile sfida contro il Lamezia alla ripresa del nostro campionato dopo la sosta di sabato prossimo”.

I risultati dell’ottava giornata: Universal Viagrande-Aquila Bronte 3-0; Papiro Fiumefreddo-Sicily Villafranca Tirrena 0-3; Cinquefrondi-Letojanni 1-3; Raffaele Lamezia-Paomar Siracusa 3-0; Callipo Valentia-Re Borbone Saber Palermo 0-3.

La classifica: Letojanni 18 punti; Raffaele Lamezia e Universal Viagrande 16; Re Borbone Saber Palermo 13: Sicily Villafranca 10; Aquila Bronte 9; Cinquefronti e Paomar Siracusa 7; Papiro Fiumefreddo 3; Callipo Vibo Valentia 0.

Volley, la Re Borbone Saber all’assalto del Callipo Vibo

Potrebbero interessarti