Home SportVolley La Volo Saber Palermo perde contro Siracusa in un Pala Oreto desolante

La Volo Saber Palermo perde contro Siracusa in un Pala Oreto desolante


Redazione

In un Pala Oreto ancora privo dell'agibilità necessaria e senza la presenza del pubblico, la Volo Saber Palermo perde contro la Paomar in quattro set

Volo Saber Palermo - Paomar Siracusa

E’ la cronaca di due partite. Quella in campo, in cui la Volo Saber Palermo perde in casa contro la Paomar Volley Siracusa in quattro set ed è ancora alla ricerca del primo successo stagionale. E quella per il campo, che costringe la Polisportiva Volo International a ricorrere agli appelli di ogni tipo affinché il Pala Oreto possa tornare accessibile al pubblico. Gara a porte chiuse proprio perché stenta a giungere il nulla osta per l’agibilità dell’impianto da parte degli organi comunali preposti.

Il Pala Oreto e le problematiche comunali

I problemi sono sempre gli stessi: mancano fondi, oppure mancano certificati di rinnovo di idoneità statica (come dichiarato dall’assessore comunale allo sport Petralia a gds.it). Nel frattempo il problema ricade sulle società, nel caso specifico la Polisportiva Volo del presidente Locanto costretta a giocare senza il supporto fondamentale di quel settimo uomo che negli anni è stato rappresentato fedelmente dai sostenitori amanti dello sport in generale. La fotografia immortala una squadra militante in un campionato nazionale che è orfana dell’energia emotiva del pubblico. Una squadra che la scorsa stagione ha rischiato la promozione diretta in serie A anche grazie al tifo del Pala Oreto. Certo, quest’anno gli obiettivi sono ben ridimensionati per via del budget in cascina. Ma il pubblico fa parte dello spettacolo, uno spettacolo che stenta a tornare così come i risultati ottenuti.

Il problema non riguarda esclusivamente il Pala Oreto, sia chiaro. Nel mirino anche la piscina comunale, casa del Telimar, la società di serie A di pallanuoto. E fino a pochissimi giorni fa riguardava anche il “gemello” Pala Mangano, campo di gioco della Green Basket Palermo.

Siracusa espugna il campo della Volo Saber Palermo

La cronaca del match recita la quarta sconfitta su altrettante gare della Volo Saber Palermo. Passa Siracusa in quattro set. Una partita a tratti molto combattuta contro la Paomar Volley, che ha fatto valere la propria maggior compattezza ed esperienza ma ha dovuto lottare sino alla fine per portare a casa i tre punti.

I ragazzi di Nicola Ferro disputano una gara altalenante, in cui la competitività ed il vigore necessario fuoriescono nel terzo set ed in buona parte del quarto ed ultimo parziale di gioco. La prova di forza in attacco tra i due opposti – Gruessner e Nicolosi – viene vinta dall’italo-tedesco di casa Palermo, autore di 32 punti, ma di fatto è il fuorimano aretuseo – 25 punti realizzati – a trascinare con fermezza la propria squadra verso la vittoria finale.

Nonostante sia sulla carta una neopromossa, Siracusa dimostra ordine, risolutezza ma soprattutto l’esperienza dei suoi uomini in una categoria che punisce chi sbaglia tanto in tutti i fondamentali.

L’inizio di gara è in salita per Palermo, costretto a rincorrere l’avversario fin dai primi punti di gioco. Gruessner sembra in palla e viene servito costantemente da Firriolo. I centrali neroverdi faticano a trovare la quadra, soprattutto a muro, e Nicolosi non perdona e chiude il primo set (22-25).

L’inerzia di gioco del secondo set non cambia. La partenza è traumatica e gli schiacciatori neroverdi sono bersagliati in ricezione. Il tecnico della Volo Saber rivoluziona la diagonale di banda dando spazio a Giuseppe Ferro e Daniele Sibani. Il rendimento degli ospiti accusa il colpo e i padroni di casa riemergono con pazienza, costringendo Peluso a chiamare time-out per Siracusa (9-10). Firriolo scova un ace speranzoso sulla zona di conflitto tra Gulisano e Rubino (15-17). Sul più bello Simanella e soci peccano di ingenuità anche con un fallo di formazione (16-21). I palermitani provano a rientrare dall’uscita di servizio con Sibani, Blanco e Ferro (21-24), ma al rientro dal time-out l’errore al servizio locale regala il secondo set a Siracusa (21-25).

Il risveglio della Volo Saber sopraggiunge nel terzo parziale. Dopo un avvio di certo non confortante (1-6), Blanco chiede orgoglio ai suoi compagni (10-10). Lombardo porta a +2 il vantaggio (18-16), gap che raggiunge le tre lunghezze con l’attacco vincente di Andrea Simanella (21-18). Gruessner e Lombardo conducono Palermo verso la conquista del terzo parziale (25-22).

Al quarto set c’è tanto equilibrio. La squadra di Ferro parte in sofferenza (3-7), ma gradualmente ritrova lo spirito trovando il vantaggio con l’errore di Rubino (12-11). Qualche sbavatura arbitrale manda letteralmente nel pallone la formazione di casa, che sbaglia in diversi momenti di gioco. Così Siracusa ne approfitta con cinismo, mette la freccia e supera la formazione di casa (13-16). Poche emozioni nel prosieguo, il finale è un valzer di errori. Simanella sbaglia il servizio che vale il 18-25 e la vittoria finale per 3-1 in favore della Paomar.  

Il tabellino della gara

VOLO SABER PALERMO – PAOMAR VOLLEY SIRACUSA 1-3
(22-25, 21-25, 25-22, 18-25)

VOLO SABER PALERMO: Firriolo 2, Blanco 3, Ferro G. 3, Gruessner 32, Banaouas 4, Simanella A. 11, Lombardo 7, Simanella G., Sibani 1, Sutera (L1), Runfola (L2) ne. All. Ferro N.

PAOMAR VOLLEY SIRACUSA: Martorino, Nicolosi 25, Caramagno 1, Bafumo 4, Pappalardo 8, Giardina, Rubino 10, Maggiore 5, Bel Khamsa 1, Gulisano (L), Drago ne, Germano ne, Bonaccorsi ne. All. Peluso.

Arbitri: Alessandro Grasso e Vincenzo Favara (C.T. Fipav Catania).

Potrebbero interessarti