Home Ambiente e tecnologia Wi-fi gratis in 17 comuni del distretto delle Terre Normanne di Palermo

Wi-fi gratis in 17 comuni del distretto delle Terre Normanne di Palermo


Pippo Maniscalco

Il progetto “Terre Normanne click and go” coinvolge 17 paesi della provincia di Palermo, e prevede piazze telematiche con spazi pubblici di co-working, per potere navigare su internet in modalità Wi-Fi

È stata presentata l’istanza di finanziamento per il progetto “Terre Normanne click and go”. Una iniziativa che prevede la nascita in 17 comuni della provincia di Palermo di piazze telematiche con spazi pubblici di co-working. Questo permetterà di potere navigare su internet in modalità Wi-Fi. L’istanza è finanziata con 896 mila euro da Gal Terre Normanne. Nell’ambito degli interventi a valere sull’azione 2.3.1. del Programma Operativo Fesr da parte dell’Autorità regionale per l’innovazione tecnologica.

I COMUNI INTERESSATI

I comuni interessati sono 17. Precisamente Piana degli Albanesi, Capaci, Isola delle Femmine, Carini, Monreale e Altofonte. Ci sono ancora Belmonte Mezzagno, Marineo, Campofiorito, Camporeale, Cefalà Diana, Godrano, Roccamena, Corleone, Santa Cristina Gela, Giardinello e Montelepre. Dal Gal fanno sapere che gli interventi nei comuni saranno eseguiti entro la fine dell’anno. Il sindaco di Piana degli Albanesi Rosario Petta, come scrive il Giornale di Sicilia ha detto: «La realizzazione delle piazze telematiche a Piana e negli altri comuni del distretto delle Terre Normanne si inquadra nel principio ispiratore del Wi-Fi pubblico. Che è quello di ritenere l’accesso ad Internet un diritto universale. In maniera da garantire a tutta la comunità al fine di agevolare e coadiuvare la cittadinanza da un punto di vista sociale, lavorativo e della fruizione di servizi pubblici essenziali».

LA SPIEGAZIONE DEL PROGETTO

A spiegare nel dettaglio il progetto è stato il direttore amministrativo del “Gal Terre Normanne”, Giuseppe Sciarabba: «Negli spazi di coworking l’utilizzo di postazioni di lavoro comuni potrà dare vita a momenti di condivisione per i cittadini, migliorando l’attrattività dei territori. Inoltre è prevista l’implementazione di una piattaforma comune di open government e di e-partecipation per stimolare la partecipazione civica e promuovere il ruolo attivo delle istituzioni locali, delle imprese, delle reti sociali e delle associazioni tramite spazi virtuali di incontri.

Quindi il Gal Terre Normanne realizzerà 5 isole differenziate di co-working. Questo per attrarre cittadini e professionisti di altri territori che vogliono passare delle giornate immerse nei paesaggi tipici delle Terre Normanne. Che vanno dal litorale marino all’area rurale interna. Inoltre nei comuni di Isola delle Femmine, Monreale, Corleone, Piana degli Albanesi e Santa Cristina Gela, ha precisato Sciarabba, verrà anche realizzata un’area attrezzata per il co-working che prevede la fornitura di apparati elettronici e tutto quello che riguarda la connessione alla rete Internet».

Potrebbero interessarti