Home Eventi, tv e spettacolo “AlturEstival”: natura, arte e cultura tra i monti di Palermo

“AlturEstival”: natura, arte e cultura tra i monti di Palermo


Marianna La Barbera

La rassegna prenderà il via sabato 17 settembre all’Abbazia di San Martino delle Scale e proseguirà fino al 6 novembre

“AlturEstival” giunge alla sesta edizione e torna dal 17 settembre al 6 novembre.
Organizzato dall’associazione culturale “Formedonda” e dal Club Alpino Siciliano, il festival prenderà il via sabato 17 alle 10:00 negli spazi dell’Abbazia di San Martino delle Scale, frazione di Monreale.  
Al centro dell’attenzione, le attività svolte dal Club Alpino Siciliano in occasione dei festeggiamenti per i centotrenta anni dalla fondazione
All’orizzonte, anche altri importanti iniziative che vedono il coinvolgimento del Club e dell’Abbazia, legate al neonato “Ecomuseo dei Sentieri Culturali dei Monti di Palermo”. 
Un progetto che mette in connessione le aree montuose di San Martino, di Monreale e della Conca d’Oro. 
Alla presentazione del progetto è prevista la presenza di tutte le istituzioni protagoniste, a vario titolo, dell’iniziativa: Club Alpino Siciliano, Comune di Monreale, Abbazia di San Martino delle Scale, Centro Regionale per il Catalogo e Centro Regionale per il Restauro, e gli esponenti dell’ARS coinvolti nel processo di aggregazione e promozione.
Il progetto intende mettere in rete Duomo e monumenti di Monreale, il Castellaccio a Monte Caputo e l’Abbazia Benedettina di San Martino delle Scale attraverso la rete dei “Sentieri Culturali”.
Ovvero sentieri, trazzere e percorsi “fisici” e “ideali” della memoria collettiva e del territorio testimoniati da monumenti, luoghi, fotografie, cimeli e segni, organizzati secondo una traccia comune e con iniziative coordinate per la fruizione dello stesso.

IL FESTIVAL 

“AlturEstival” nasce dall’incontro tra le due realtà, l’associazione “Formedonda” e il Club Alpino Siciliano, attive nel territorio della Sicilia occidentale. 
Entrambe operano nel campo della fruizione consapevole dell’ambiente e dello sport montano, ma anche della cultura, dello spettacolo e dell’organizzazione turistica e ricettiva. 
Anche la sesta edizione propone un programma all’insegna della natura, delle arti e del sapere, tra i monti della provincia di Palermo. 
Quasi due mesi di appuntamenti, tra concerti, passeggiate, escursioni ed eventi musicali
Le iniziative si terranno tra rifugi, bivacchi e località cari al Club Alpino Siciliano, per motivi storici e culturali: Castellaccio di Monte Caputo a Palermo, Piano Sempria e Piano Imperiale a Castelbuono, l’Abbazia Benedettina di San Martino delle
Scale e il Bosco del Vicaretto tra Geraci Siculo e Castelbuono.
Protagonisti, tra gli altri, l’Arianna Art Ensemble, i Vorianova, Gianni Gebbia, Ferruccio Cainero, Shamal Re-Wind
e Alessandro Librio

LE DICHIARAZIONI DEL DIRETTORE ARTISTICO 

Invogliare i partecipanti a utilizzare escursionismo e visita dei luoghi come attività complete, destinate al corpo e
all’anima. 
A sottolineare uno degli obiettivi fondanti del festival è Mario Crispi, presidente del Club Alpino Siciliano e direttore artistico di “AlturEstival”. 
“Credo sia giunto il momento – afferma – di rendere evidente il patrimonio culturale e ambientale che circonda Palermo”. 
“Tutela, valorizzazione e promozione – aggiunge – passano dalla cura del territorio, con il coinvolgimento della società civile attiva e la progressiva responsabilizzazione delle istituzioni”
“Se si vuole una società migliore – osserva – bisogna migliorarne l’ambiente e la qualità della vita, secondo principi di sostenibilità”. 
“Occorre – prosegue – salvaguardare il bello e il buono esistente, e se l’ambiente in passato era migliore di quello odierno, vuol dire che si è sbagliato qualcosa”. 

IL RUOLO DEL CLUB ALPINO SICILIANO 

Sin dalla nascita, avvenuta il 9 settembre del 1892, il Club Alpino Siciliano si batte a tutela dell’ambiente. 
Una vocazione confermata nel tempo da tutte le iniziative già intraprese o che si è in procinto di avviare. 
Tra gli elementi di maggiore interesse del processo in atto, figura la partecipazione trasversale e intergenerazionale, che si concretizza con un progressivo protagonismo collettivo.

LE MOSTRE E IL WORKSHOP

Al Castellaccio di Monreale, a partire dalle 17:30 del 17 settembre, sarà possibile visitare la mostra dal titolo “I cammini delle culture: per un ecomuseo dei Monti di Palermo” con foto tratte dall’archivio del Club Alpino Siciliano.
L’esposizione è organizzata in occasione del centotrentesimo anniversario dalla costituzione del Club.
Al Rifugio “Francesco Crispi” di Piano Semprìa di Castelbuono, dal 24 settembre, sarà inoltre aperta al pubblico la mostra “130esimo anniversario del Club Alpino Siciliano”, sempre con scatti tratti dall’archivio storico del Club.
Da giovedì 3 a sabato 5 novembre all’Abbazia di San Martino delle Scale si terrà il workshop a cura di Gino Cammarota, documentarista di “Geo & Geo”, con un momento finale al Castellaccio in programma per domenica 6 novembre. 

CONCERTI E PASSEGGIATE SONORE 

Sabato 17 settembre alle 17:30 al Castellaccio di Monreale si terrà il concerto dell’Arianna Art Ensemble.
L’esibizione sarà preceduta, alle 16:00, da una passeggiata di risalita di Monte Caputo, fino alla stazione alpina del Castellaccio, percorrendo il sentiero Ovest con partenza da Portella San Martino.
All’arrivo sarà possibile visitare la mostra “I cammini delle culture”. 
Domenica 18 settembre, sempre al Castellaccio, è in programma “Alcuni racconti brevi”, ascolti narrativi di Ferruccio Cainero, che si esibirà dal vivo nella data del 2 ottobre.
Alle 17:00 all’Abbazia di San Martino delle Scale vi sarà la visita guidata che terminerà alle18:00 con il concerto di Gianni Gebbia in solo.
Sabato 24 settembre “AlturEstival” si sposterà a Castelbuono nella Chiesa di San Vincenzo Ferreri dove, a partire dalle 10:00, si terranno le celebrazioni madonite in occasione del centotrentesimo anniversario del Club Alpino Siciliano.
Alle 16:00 invece, è in programma un’escursione sonora al Bosco del Vicaretto che vedrà protagonista, ancora una volta, le musiche del sassofonista Gianni Gebbia.  
Domenica 25 settembre, a Castelbuono, in località Piano Semprìa a partire dalle 11:00, si terrà la passeggiata sonora a cura di Alessandro Librio

IL PROGRAMMA DI OTTOBRE 

Sabato 1 ottobre all’Abbazia di San Martino delle Scale, alle 17:00 si terrà una visita guidata seguita alle 18:30 dal concerto di “Jacarànda”, Piccola Orchestra Giovanile dell’Etna. 
Domenica 2 ottobre, al Castellaccio, appuntamento con Ferruccio Cainero, e i suoi racconti ironici di un friulano errante.
Venerdì 7 ottobre, a Castelbuono, alla Chiesa di San Vincenzo Ferreri alle 18:30, è in programma il concerto di Giuseppe Lomeo alla chitarra sola. 
Sabato 8 ottobre, al Bosco del Vicaretto alle 16:00, invece si terrà l’escursione sonora a cura di Vincenzo “Acquaria” Castellana e Soplar Lejero. 
Sabato 15 ottobre, alle 17:00, visita guidata dell’Abbazia di San Martino delle Scale, e a seguire alle 18:30, presso la Sala del Trono, il concerto di Areasud, musiche di Sicilia.
Domenica 16 ottobre, alle 12:00, al Castellaccio di Monreale, musiche acusmatiche di Ignazio Parisi.
Venerdì 21 ottobre, sempre a Castelbuono, alla Chiesa di San Vincenzo Ferreri, alle 19:00, concerto dei Phase Duo e di Mario Bajardi BJM. 
Domenica 23 ottobre, sempre alla Chiesa di San Vincenzo Ferreri, alle 18:00, concerto dei Vorianova
Infine, domenica 30 ottobre, al Castellaccio di Monreale, alle 11:30, concerto di Shamal ReWind. 

LE PASSEGGIATE 

Dall’17 settembre fino alla fine del festival, ovvero ogni domenica, in occasione degli eventi organizzati al Castellaccio di Monreale, si terranno anche delle passeggiate lungo il sentiero Sud di Monte Caputo
Si partirà da Portella San Martino, fino a raggiungere la stazione alpina del Castellaccio di Monreale. 
Dal 24 settembre e nelle giornate dell’8 e del 22 ottobre, al Bosco del Vicaretto, a Castelbuono, in occasione degli eventi nell’ambito del Festival, si svolgeranno altre passeggiate alla scoperta dei sentieri che da Gonato conducono a Cozzo Vicaretto
Infine, il 25 settembre, il 9 e 23 ottobre, è in programma l’escursione tra Piano Semprìa, Piano Pomo e Piano Imperiale.

  

 

 

 

 

Potrebbero interessarti