Home Catania Live Amat, organico autisti non ancora completo: “Quale strategia per il futuro dell’azienda?”

Amat, organico autisti non ancora completo: “Quale strategia per il futuro dell’azienda?”


Redazione PL

I sindacati chiedono di cambiare strategia all'azienda del trasporto pubblico palermitana

autobus

Le prime assunzioni di nuovi autisti nell’Amat di Palermo sembrano non stare portando l’effetto sperato nel trasporto pubblico della città. Infatti, sono ancora lunghe le attese alle fermate, i bus in giro per il capoluogo risultano essere ancora insufficienti. E con l’arrivo dell’estate i disagi per i tanti frequentatori delle borgate marinare del capoluogo rischiano di essere tante.

Se non si vuole azzerare definitivamente l’Amat di Palermo facendone cadere le macerie sui lavoratori e la città il Presidente dell’azienda dovrà rivedere i suoi intenti e la sua strategia del come e del quando intende finalmente agire su poche ed elementari decisioni utili alla città ed ai cittadini, come ad esempio il completamento dell’organico degli autisti”, scrivono in una nota i sindacati di Amat Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Ugl, Cobas e Orsa Tpl.Non è condivisibile l’eventuale scelta aziendale di arruolare figure di controllo e verifica senza prima aver completato il risicato organico appena sufficiente per la messa in strada dei bus”.

IN ARRIVO SUGLI AUTOBUS LE GUARDIE GIURATE

Ci appaiono sempre più discordanti le azioni aziendali, che impediscono di fatto senza cause accettabili lo scorrimento della graduatoria autisti dopo l’approvazione del bilancio da parte del socio unico dello scorso 24 marzo e pur consapevole della perdita d’esercizio per i minori km prodotti. Di contro c’è la eventuale decisione di spesa (400 mila euro) per dotare i pochi bus in servizio di ulteriore controllo (guardie giurate). Non solo si è persa tanta utenza per effetto dei continui disagi, ma riteniamo si rischi di trasferire un’immagine distorta su quel che rimane degli ultimi affezionati al TPL locale.

A che pro l’illusione di altre decine di posti di lavoro fra le guardie giurate e per un paio di mesi quando la graduatoria di cento autisti indispensabili e vincitori di concorso, rimane bloccata, in attesa non si sa di quale data utile perché scorra, ma essenziale per dare ai cittadini il regolare servizio e al personale in servizio quella sicurezza che ancora oggi manca“.

Inoltre giovedì 19 maggio alle ore 9.30 è in programma un sit-in davanti la sede dell’Amat in via Roccazzo da parte degli idonei al concorso, in attesa di essere assunti dallo scorrimento della graduatoria.

Potrebbero interessarti