Home Cronaca Ambulatorio Sociale Itinerante, Rotary Club presenta il nuovo progetto

Ambulatorio Sociale Itinerante, Rotary Club presenta il nuovo progetto


Redazione

Un progetto a servizio dei cittadini allo scopo di venire incontro a situazioni di criticità, ma anche di far da ponte con l'Amministrazione affinché tali problematiche possano essere risolte. Il nuovo progetto del Rotary Club nasce dalla sinergia tra i quattro Club dell'area Panormus: Palermo Teatro del Sole, Palermo Agorà, Palermo Costa Gaia e Palermo Baia dei Fenici.

Si è tenuta stamattina a Villa Niscemi, a Palermo, la conferenza del Rotary Club per presentare un nuovo progetto a disposizione della città: l’Ambulatorio Sociale Itinerante “Ti ascolto Ti sostengo”. Il progetto nasce dalla collaborazione tra i club di Rotary Palermo Teatro del Sole, Palermo Agorà, Palermo Costa Gaia e Palermo Baia dei Fenici.

Scopo dell’Ambulatorio Sociale Itinerante è quello di migliorare le condizioni di vita di una fascia di popolazione meno fortunata, che insiste in quartieri a forte disagio sociale. Il progetto si rivolge agli anziani che vivono nella solitudine, ai giovani con difficolta relazionali e comunicative, anche entro le mura domestiche; a minori nell’ambito di difficolta BES e di Disturbi Specifici dell’Apprendimento.

A servizio degli altri

Un progetto con lo scopo di servire la cittadinanza, come emerge dalle parole di Gaetano De Bernardis, governatore del distretto 2110 Sicilia e Malta del Rotary Club. “Il servizio è una cosa tipica del Rotary – commenta a Palermo Live -. E’ diverso dalla beneficenza, che è comunque una cosa importante che molti di noi fanno personalmente. Beneficenza significa prendere dei soldi dalle tasche proprie o del Club e darli alle associazioni che poi ci lavorano; noi invece dobbiamo impegnarci personalmente. Il service è questo: prendere una parte del proprio tempo e della propria professionalità e spenderla al servizio degli altri”

Le attività si svolgeranno sia in presenza che a distanza, con collegamenti internet prestabiliti coi centri d’ascolto. Lo scopo è quello di fornire assistenza psicologica, informare e supportare chiunque lo desideri, attivando anche una rete di solidarietà.

Il termine “itinerante” si deve poi all’impiego di un camper, che sarà utilizzato per informare e sensibilizzare durante le giornate nazionali dedicate alla prevenzione delle malattie più diffuse. Un modo per andare incontro al bisogno delle fasce più indigenti, spesso costrette a trascurare per fattori economici la tutela della salute.

Gli incontri

Gli incontri presso i Centri Ascolto seguono un calendario preciso. In particolare, il lunedì, dalle 10 alle 12, presso il Centro Accoglienza Padre Nostro ETS, in via Simoncini Scaglione, a Palermo. Martedì, dalle 16 alle 18, presso l’Associazione Rotariana Francesca Morvillo ONLUS, in via Guardione. Infine, il venerdì mattina dalle 10 alle 11.30 al Centro Tau in via Cipressi. E’ necessario prenotare preventivamente gli incontri al numero 091/ 7654818

Anello di congiunzione con l’Amministrazione

“Siamo riusciti ad acquistare delle attrezzature che ci permetteranno nei punti strategici delle periferie di intervenire con dei Centri Ascolto”, ci racconta Giusy Scafidi, presidente del Rotary Club di Palermo Teatro del Sole. Lo scopo è dell’Ambulatorio Sociale Itinerante è quello di captare le criticità esistenti sul territorio per cercare di porvi rimedio anche facendo da tramite con l’Amministrazione Comunale, che appoggia il progetto. “Saremo l’anello di congiunzione per poter intervenire nelle fasce sociali con gravi disagi”.

ambulatorio

“Donazione di prestazioni”

Presente alla conferenza anche Mantegna Maria, assessore alla Cittadinanza Solidale. “Il progetto è stato bene accolto dal mio assessorato perché si connette con la rete dei servizi offerti in città per i minori e per le famiglie. Quindi, di buon grado ho accettato questa donazione, perché è una donazione in prestazione d’opera di professionisti che andranno nei territori connettendosi con le reti dell’associazionismo già presenti. Questa è una grande garanzia e immagino che sarà anche un grande risultato”.

Le interviste

Potrebbero interessarti