Home Catania Live Annullato concerto del neomelodico Daniele De Martino a Roma: “Canta contro i pentiti di mafia”

Annullato concerto del neomelodico Daniele De Martino a Roma: “Canta contro i pentiti di mafia”


Redazione PL

Il commissario prefettizio del Comune di Artena, Antonio Orecchio, ha citato l'avviso orale del Questore di Palermo nei confronti del cantante

de martino

Annullato il concerto del cantante neomelodico palermitano Daniele De Martino ad Artena (Roma), in occasione della festa di San Giovanni Battista. A prendere la decisione è stato il commissario prefettizio Antonio Orecchio, che ha citato l’avviso orale che nei confronti del neomelodico ha emesso il Questore di Palermo nel giugno del 2021.

Daniele De Martino, che sui social ha un notevole seguito, l’anno scorso a maggio aveva pubblicato un brano contro i pentiti di mafia. Su Youtube le visualizzazioni si erano moltiplicate a vista d’occhio.

DE MARTINO E L’AVVISO ORALE DALLA QUESTURA DI PALERMO

Nel provvedimento il Questore del capoluogo aveva sottolineato questo aspetto. “Il cantante con il suo comportamento ha messo in pericolo la sanità, la sicurezza e la tranquillità pubblica – si legge -; ciò in ragione del fatto che gli espliciti messaggi consegnati in più occasioni ai moderni mezzi di comunicazione contengono gravi espressioni visive e verbali che implicano una istigazione alla violenza, un’esaltazione delle gravi azioni antigiuridiche connesse alla criminalità organizzata, un’accettazione e condivisione di comportamenti e azioni contrari ai valori morali della società civile e lesive delle Istituzioni dello Stato”.

“I messaggi di contestazione all’operato di esponenti del mondo civile alla lotta alla mafia appaiono in grado di influenzare le coscienze di numerose persone”. Così ha sottolineato infine la nota, invitando il cantante “a modificare il proprio comportamento sociale nel rispetto della legge e a tutela della sicurezza pubblica”.

CONTINUA A LEGGERE

 

 

 

Il neomelodico De Martino si fa selfie con i boss, e canta contro i pentiti

 

 

 

 

Potrebbero interessarti