Home Cronaca Asp Palermo, vaccino anti Covid addetti pulizie: “Scelta di buon senso”

Asp Palermo, vaccino anti Covid addetti pulizie: “Scelta di buon senso”


Redazione

Mimma Calabrò, Segretario Generale della Fisascat Cisl Palermo Trapani:"Si superino definitivamente le differenze di trattamento"

vaccini

Non solo personale sanitario maanche chi nei nosocomi ci gravita per lavoro. La vaccinazione anti Covid, a Palermo è iniziata nel migliore dei modi, come testimonia “l’inclusione di lavoratrici e i lavoratori dei servizi di pulizia e sanificazione che espletano servizio in ambito sanitario”.

SI SUPERINO DEFINITIVAMENTE LE DIFFERENZE DI TRATTAMENTO

A tal proposito ha esperesso grande soddisfazione Mimma Calabro’ Segretario Generale della Fisascat Cisl Palermo Trapani. “Ha prevalso il buon senso. La campagna di vaccinazione non inclusiva anche del personale in appalto che espleta servizio all’interno delle strutture ospedaliere sarebbe stata monca. L’emergenza pandemica sia da monito per tutti coloro che continuano a pensare che ci sono lavoratori di serie a e di serie b. Si superino definitivamente le differenze di trattamento”.

GLI INVISIBILI FINALMENTE VISIBILI

“Nessuno dimentichi l’importante lavoro svolto dalle nostre lavoratrici e dai lavoratori dei settori in appalto che, quotidianamente, svolgono servizi necessari all’interno anche delle strutture ospedaliere. Pulizia e sanificazione degli ambienti e fornitura dei pasti sono solo alcune delle loro mansioni. Ci auguriamo, dunque – conclude la Calabrò – che a un comparto che in Sicilia conta migliaia di lavoratori venga riconosciuta la giusta importanza. A Palermo ma non solo, gli invisibili siano, finalmente, visibili anche in termini di diritti e tutele troppo spesso negati”.

LA VACCINAZIONE A PALERMO E PROVINCIA IN NUMERI

Dopo i primi 3 giorni a Villa delle Ginestre sono stati vaccinati 150 operatori sanitari provenienti, anche, da altre Aziende siciliane. Come detto negli ultimi due giorni sono stati altri 1.008 a ricevere il siero nelle sedi così ripartite.“Giglio” 167; Villa delle Ginestre 289; Ospedale Ingrassia 82. Ospedale “Cimino” di Termini Imerese 129; “Madonna dell’Alto” di Petralia Sottana 78. Ospedale “Dei Bianchi” di Corleone 96 ed Ospedale “Civico” di Partinico 167. L’attività proseguirà nei prossimi giorni, compresi i festivi.

Potrebbero interessarti