Home Cronaca di Palermo Gli autisti privati ai politici: “Siamo in ginocchio, sosteneteci”

Gli autisti privati ai politici: “Siamo in ginocchio, sosteneteci”


Alfredo Minutoli

I lavoratori di uno dei comparti più colpiti dalla crisi reclamano meno burocrazia e più aiuti concreti. La manifestazione davanti il Palazzo della Regione a Palermo.

Chiediamo aiuti immediati, senza burocrazia nè prese in giro. La Regione Sicilia ha il dovere di dare risposte certe, pena il blocco della città di Palermo“. L’ennesima manifestazione di protesta la inscenano gli autisti privati davanti il Palazzo della Regione. Il coro è unanime e accorato, “perchè così non si può andare avanti” tuonano i lavoratori. “Chiediamo rispetto e dignità per la nostra categoria. Gli aiuti economici fino ad ora erogati sono poca cosa, se si considera che si tratta di 1650 euro per ogni autorizzazione. Ovvero meno di 3 euro al giorno. Che i politici si passino la mano sulla coscienza. La prossima volta lasceremo nostri vestiti quì per tornare a casa in mutande, così come ci hanno ridotto”.

AUTISTI NCC: “A MALAPENA CI PAGHIAMO I PARCHEGGI”

Parole di sconforto e di speranza anche dagli autisti ncc, quelli del settore turistico.Siamo stati lasciati in abbandono, non abbiamo più risorse, e con quel poco che ci è stato dato a malapena ci paghiamo i parcheggi. Non apparteniamo a nessun comparto, ne a quello turistico tantomeno a quello dei trasportatori. Ci dicano al più presto in quale comparto dobbiamo essere assegnati. Del fondo 2021/2023 non se ne parla nemmeno in quanto per noi non ci sono fondi. Ci porteranno tutti al fallimento.”

Immagini girate per PalermoLive da Marcella Chirchio

Potrebbero interessarti