Home Eventi e spettacolo Buyers da tutto il mondo alla Borsa dei Turismi “Travelexpo”

Buyers da tutto il mondo alla Borsa dei Turismi “Travelexpo”


Marianna La Barbera

Circa trecento, inoltre, gli operatori turistici presenti, insieme a sette Enti del turismo esteri

spiaggia

Proseguono i lavori di “Travelexpo“, la Borsa Globale dei Turismi promossa da Logos srl, in corso all’Hotel Città del Mare di Terrasini, fino a domenica 25 settembre. 
Dopo la lettera aperta ai candidati e alle candidate alla Presidenza della Regione Siciliana, che ha segnato l’avvio dei lavori della ventiquattresima edizione, sono stati aperti il salone espositivo e le sale workshop incoming. 
I seminari tenutisi nel corso della prima giornata hanno riguardato il ruolo degli aeroporti siciliani nel rilancio del turismo, i viaggi in crociera e la stagionalità.
Il bisogno che emerge è quello di una visione di sviluppo dell’intera filiera attraverso un modello di organizzazione che della cultura d’impresa e del rispetto dei diritti possa fare il suo punto di forza, anche per competere sui mercati internazionali. 

LA CRISI PANDEMICA 

L’edizione 2022 di “Travelexpo” si svolge dopo due anni contrassegnati da emergenze e stop forzati e causa del Covid. 
Alla crisi sanitaria hanno fatto seguito quelle belliche, energetiche, climatiche ed economiche, tutte ancora in corso. 
“La tragica esperienza della pandemia – si legge nella lettera di Toti Piscopo, amministratore unico di Logos srl e patron dell’evento  – ha evidenziato la fragilità del nostro sistema turistico”.
“Ma nel contempo – precisa –  ha fatto acquisire la consapevolezza prima e la sensibilità dopo verso il turismo come settore economico, produttivo e democratico in grado di distribuire ricchezza diffusa sui territori”.
“Un comparto, trasversale e strategico da non considerare – avverte –  così come avvenuto nel passato, la cenerentola dei settori economici”
“La stagione turistica che si avvia a conclusione – ha spiegato inoltre – ha fatto registrare dati positivi utili a far rifiatare le imprese, ma nessuno può dormire sugli allori”.
Ecco perchè “Travelexpo” rappresenta una straordinaria opportunità per lanciare i temi focali dell’allungamento della stagionalità, del decentramento dei flussi turistici, della riqualificazione dei territori, dell’offerta turistica. 
L’ auspicio è il rilancio del turismo organizzato, nelle sue diverse declinazioni.
“Il settore ha bisogno di una visione armonica e produttiva di sviluppo dell’intera filiera – si legge ancora –  attraverso un modello che poggi su pianificazione, programmazione, marketing, comunicazione e supporto alla commercializzazione, per dare contenuti alle enormi potenzialità inespresse della Sicilia”.

IL TURISMO PER PRMUOVERE PACE E DIALOGO 

Uno dei fiori all’occhiello di “Travelexpo” è rappresentato dalla partecipazione di buyers, italiani e stranieri. 
Gli ospiti, impegnati anche in un educational tour tra Palermo e Trapani, provengono da tutto il mondo: Canada, Emirati Arabi Uniti, Azerbaijan, Usa, Croazia, Francia, Germania, Grecia, Polonia, Repubblica Ceca, Spagna, Ungheria, Russia e Ucraina. 
La presenza di queste ultime non può certo passare inosservata. 
In un momento storico travagliato come quello in atto, il turismo si veste di significati e implicazioni nuovi, che vanno ben oltre l’economia. 
E diventa un momento di dialogo interculturale foriero di nuove prospettive. 
Circa trecento, inoltre, gli operatori turistici presenti, insieme a ben sette Enti del turismo esteri, cinque catene alberghiere, otto tour operators, due compagnie di navigazione, una compagnia aerea, un’assicurazione e una società di servizi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti