Home Cronaca Caccamo: l’avrebbe uccisa e bruciata ma fino a ieri le scriveva frasi d’amore

Caccamo: l’avrebbe uccisa e bruciata ma fino a ieri le scriveva frasi d’amore


Francesca Catalano

Gli amici sui social: "L'amore non deve far male"

Roberta

Omicidio a Caccamo, dove i carabinieri hanno trovato in un burrone il corpo senza vita di una ragazza di 17 anni, Roberta Siragusa. Ad ucciderla, a quanto pare, il fidanzato di 19 anni, Pietro Morreale, lo stesso che si è presentato questa mattina in caserma, con il padre ed ha condotto i militari sul posto.

Su Facebook tanti i post che raccontano la storia dei ragazzi, con tanti sogni e speranze. Uno degli ultimi è stato messo proprio ieri, si tratta di un selfie di Roberta. E lui aveva commentato: “Amore mio, bedda”.

Il giovane, sul proprio social, appare come un ragazzino più giovane della sua età, capelli corti ed amante del Kick-boxing. Come profilo ha una foto con la vittima, i due sono abbracciati ed alle spalle c’è il Teatro Massimo.

Questo è quello che scriveva il ragazzo, in alcuni post è percepibile la sua personalità controversa: “Ho scelto il male perché il bene era banale”, “Dio perdona, io no”. “Si sbaglia sempre. Si sbaglia per rabbia, per amore, per gelosia. Si sbaglia per imparare. Imparare a non ripetere mai certi sbagli. Si sbaglia per poter chiedere scusa, per poter ammettere di aver sbagliato. Si sbaglia per crescere e per maturare. Si sbaglia perché non si è perfetti”. “Perché prima di te la felicità mi spaventava”, “la vita a volte sembra il disegno di un pazzo”. Ed ancora: “Sei la ragione più profonda di ogni mio gesto”.

Lei, invece, ha poche foto, solo qualche selfie e due grandi scritte: “AMATI” e “Senza limiti”.

I MESSAGGI DEGLI AMICI

Caccamo, piccolo centro della provincia di Palermo, è sotto choc. Roberta e Pietro erano molto conosciuti in paese. Tantissimi i messaggi di cordoglio da parte degli amici, una frase è stata condivisa più di tutte le altre: “Non si può morire così. Non si può. L’amore non deve far male. Rip piccolo angelo”. Ed ancora: “Non è un addio principessa, ma solo un arrivederci”. “Meriti il paradiso, non questo inferno”. “Silenzio, solo silenzio. Sei stata molto forte”.

LUTTO CITTADINO

Proclamato il lutto cittadino a Caccamo. “Una terribile notizia ha scosso gli animi della nostra comunità – si legge sulla pagina Facebook del Comune -. Con sgomento manifestiamo il nostro dolore per la giovane vita spezzata. L’amministrazione comunale e l’intera comunità caccamese si stringono attorno ai familiari a cui va la nostra vicinanza in queste ore drammatiche”. 

Potrebbero interessarti