Home Cronaca di Palermo Campi sportivi in stato d’abbandono a Palermo, sopralluoghi al parco della Favorita

Campi sportivi in stato d’abbandono a Palermo, sopralluoghi al parco della Favorita


Redazione PL

Stamani la visita della V Commissione consiliare del Comune di Palermo

campi sportivi

La V Commissione consiliare del Comune di Palermo, competente in materia di sport, questa mattina ha effettuato un sopralluogo ai campi “Bianco” e “Malvagno”, all’interno del parco della Favorita, destinati all’attività sportiva, in particolare a quella calcistica. Il campo “Bianco” risulta, per una parte, affidato a due società sportive, mentre la restante porzione ospita un’area destinata dal Comune ad attrezzature per allenamento a corpo libero. Campo “Malvagno”, invece, da circa un anno è assegnato alla Federazione Italiana Rugby, che lo avrà in concessione fino al 2030, con l’impegno di riqualificarlo e farne un polo di riferimento per l’intero rugby italiano.

Campi sportivi in stato d’abbandono

“L’affidamento a privati di aree comunali per la realizzazione di siti sportivi sui quali prevedere anche attività con fini sociali è un’ottima strada, ma il Comune deve vigilare, verificando l’effettivo rispetto delle convenzioni e il buon utilizzo delle strutture”. A dirlo il presidente della Commissione, Salvo Alotta.

“Lo storico impianto “Malvagno”, dove migliaia di ragazzi hanno imparato a giocare negli anni ‘90, è stato affidato alla Federazione Italiana Rugby, ma ad oggi è una distesa di erba secca – prosegue -. Nelle stesse condizioni abbiamo trovato il campo “Bianco”, sul quale, per una parte, pende una vertenza e su un’altra parte, dopo che il Comune ha realizzato un’area attrezzata per i cittadini, oggi l’accesso è impedito e si trova in totale stato di abbandono. Questo, in un contesto generale in cui a Palermo ci sono pochissime aree per effettuare sport e centinaia, tra associazioni e società sportive, chiedono aree da pagare e riqualificare”.

campi

“Lo spreco di luoghi funzionali allo sport – aggiunge la consigliera Valentina Chinnici – è tanto più grave in contesti come quello della nostra città, in cui lo sport è strumento fondamentale di inclusione e promozione sociale. Nei prossimi giorni audiremo i rappresentanti della Federazione Rugby e gli uffici comunali per capire il motivo della perdurante situazione di abbandono di un sito sportivo così importante”.

Foto ufficio stampa

CONTINUA A LEGGERE

Campi sportivi e una pista da skateboard per Bonagia, la giunta approva il progetto

Potrebbero interessarti