Home Dal mondo Conferenza stampa Ema su AstraZeneca: «Rapporto rischi-benefici positivo»

Conferenza stampa Ema su AstraZeneca: «Rapporto rischi-benefici positivo»


Pippo Maniscalco

La direttrice Emer Cooke in conferenza stampa: «Stiamo valutando i vari casi. La nostra priorità è la sicurezza»

Dopo la sospensione da parte di molti Stati europei, tra cui l’Italia, del vaccino Astrazeneca, alle ore 14 di oggi l’Agenzia europea per il farmaco (Ema) ha indetto una conferenza stampa. A parlare è stata la direttrice Emer Cooke, per fornire “un aggiornamento sull’indagine in corso sul siero e i casi di trombosi”. L’avviso della conferenza stampa era apparso sul profilo Twitter ufficiale dell’Ema. Dove si poteva leggere questo aggiornamento: “La direttrice esecutiva dell’Ema, Emer Cooke, aggiornerà sulle indagini sul vaccino Covid-19 AstraZeneca e sugli eventi tromboembolici durante una conferenza stampa oggi dalle 14.00 alle 15.00″.

LA CONFERENZA STAMPA

La direttrice Cooke nella conferenza stampa ha spiegato che l”Ema «sta valutando i dati raccolti in Europa” per verificare tutti i possibili effetti collaterali legati al siero dell’azienda AstraZeneca. Stiamo facendo questa revisione in seguito alle preoccupazioni emerse sui casi avversi dopo la vaccinazione con AstraZeneca contro il Covid-19» ha spiegato la Cooke. Che ha continuato dicendo: «La nostra priorità è assicurarci della sicurezza del vaccino». Ed ha aggiunto che, al momento, «non ci sono evidenze di collegamenti tra l’insorgenza dei casi di trombosi e la somministrazione del vaccino». Queste condizioni, cioè i trombi sanguigni «non sono emersi nei test clinici, né sono stati indicati come effetti collaterali noti. Non ci sono indicazioni che le vaccinazioni possano aver provocato questi eventi». Ma ha assicurato che l’Ema sta conducendo una analisi rigorosa sugli eventi tromboembolici, e sta valutando caso per caso le reazioni sospette.

LA DIRETTRICE COOKE: «L’OBIETTIVO È LA SICUREZZA DEI VACCINI»

Emer Cooke ha POI aggiunto: «Molte migliaia di persone sviluppano trombosi ogni anno in Europa per cause di differenti, e l’intenzione dell’Ema è di chiarire una volta per tutte se si tratta di un effetto collaterale o coincidenza. Sono comunque in corso di valutazione eventi collegati a tutti i vaccini, anche se al momento sono stati riportati casi su AstraZeneca. La situazione che si è venuta a creare non è imprevista ─ ha continuato la Cooke ─. Ma secondo quanto appreso dall’Ema, il rapporto rischi-benefici del vaccino di AstraZeneca rimane positivo. Stiamo continuando a valutare possibili eventi collaterali».

La valutazione dell’Ema è attesa per giovedì, ed Emer Cooke ha sottolineato che sarà assicurata “trasparenza” e che, ancora una volta, l’obiettivo è «garantire la sicurezza del vaccino e comunicare i risultati».

Potrebbero interessarti