Home Salute e benessere Coronavirus in Sicilia, impennata di contagi: 1838 nuovi casi e 43 morti

Coronavirus in Sicilia, impennata di contagi: 1838 nuovi casi e 43 morti


Francesca Catalano

La Regione Siciliana ha fornito i dati giornalieri in merito all'emergenza sanitaria da Covid-19

Coronavirus

I dati statistici dei contagi da Covid-19 continuano ad aumentare. Sono 1.838 i casi in più rispetto alla giornata di ieri, dato che porta gli attualmente positivi a 36.241, come emerge dal bollettino di oggi 21 novembre. Sono 1.810 le persone ricoverate, di cui 242 in terapia intensiva e 34.431 in isolamento domiciliare. 310 i guariti. Si registrano invece 43 nuove vittime da Coronavirus: il totale sale così a 1.141. I tamponi effettuati sono 9.386.

I nuovi casi siciliani di coronavirus sono così suddivisi: Catania 625, Palermo 583,  Messina 145, Siracusa 126, Agrigento 107, Trapani 71,  Caltanissetta 70, Ragusa 56,  Enna 55.

CORONAVIRUS IN ITALIA

In Italia ci sono stati nelle ultime 24 ore 34.767 nuovi casi di contagio, in calo rispetto a ieri (37.242), con 692 vittime (ieri 699). I tamponi riscontrati sono stati 237.225, lieve calo rispetto ai 238.077 di ieri. La percentuale dei positivi rispetto ai tamponi è quindi del 14,7% (ieri 15,6%). In terapia intensiva sono ricoverati 3.758 pazienti (solo 10 in più di ieri), mentre i ricoverati con sintomi sono 34.063 (33.957 ieri). Risultano in isolamento domiciliare 753.925 persone, mentre ieri erano 739.471. Il totale degli attualmente positivi è di 791.746 persone, ieri erano 777.176. I dimessi/guariti sono ad oggi 539.524, 19.502 più di ieri. Dall’inizio dell’epidemia, i casi totali riscontrati sono 1.380.531.

Musumeci a Boccia: “Mandate cento ispettori, ma basta speculare”

Bufera sulla sanità siciliana. Sotto accusa un vocale su Whatsapp del 4 novembre scorso, indirizzato ai capi delle Asp siciliane e i manager ospedalieri. Ad inoltrarlo è il dirigente generale del dipartimento pianificazione strategica della Regione siciliana, Mario La Rocca. Il burocrate si riferisce ai dati sul contrasto al contagio da Covid-19 che secondo lui potrebbero incidere sulla scelta ministeriale dell’inserimento della Sicilia in una delle tre zone imposte dal nuovo Dpcm.

GUARDA L’INTERVISTA ALL’ASSESSORE ALLA SALUTE RUGGERO RAZZA

Potrebbero interessarti