Home Cronaca di Palermo Corruzione elettorale, assolto il candidato a sindaco di Palermo Francesco Cascio

Corruzione elettorale, assolto il candidato a sindaco di Palermo Francesco Cascio


Redazione PL

La vicenda processuale è nata circa dieci anni fa a seguito delle elezioni regionali del 2012

amministrative

Il candidato a sindaco di Palermo Francesco Cascio è stato assolto dall’accusa di corruzione elettorale. Così ha deciso il giudice monocratico Fabrizio Lo Forte dichiarando che il fatto non sussiste. Assolti anche l’ex senatore Marcello Gualdani, Luigi MazzagrecoSalvatore Ficarotta, Luciano VirzìPietro Lo Casto e Filippo Fazzone.

La vicenda processuale è nata circa dieci anni fa da un’inchiesta sullo spaccio di droga al Villaggio Santa Rosalia. L’accusa ha sostenuto che, nella campagna elettorale per le regionali del 2012, il politico avrebbe promesso pacchi di pasta, forme di formaggio e posti di lavoro  in cambio di voti.

La Procura di Palermo aveva chiesto l’archiviazione dell’inchiesta. Tuttavia, la Procura generale decise di avocarla, chiedendo per Cascio una condanna a due anni.

CONTINUA A LEGGERE

 

 

Potrebbero interessarti