Home Cronaca Covid, boom di positivi Marineo: il sindaco vieta gli spostamenti

Covid, boom di positivi Marineo: il sindaco vieta gli spostamenti


Redazione

Sono 90 i casi accertati nel comune palermitano; 150 le persone in quarantena. Dati che preoccupano e che hanno spinto il sindaco ad un'ordinanza che limiti gli spostamenti sia all'interno che all'esterno del territorio

covid zona gialla

Crescono i casi di Covid nel Palermitano e si cerca di correre ai ripari. A Marineo un’ordinanza del sindaco, Francesco Ribaudo, ricorda il periodo del lockdown, quando le uscite da casa erano fortemente limitate. Il paese ha attualmente superato la quota di 90 positivi nel giro di pochi giorni; 150 sono inoltre le persone in quarantena.

Covid a Marineo, l’ordinanza

Dopo la riunione col Centro operativo comunale, ecco dunque l’ordinanza. Su tutto il territorio comunale, nei luoghi all’aperto e all’interno dei locali pubblici, è obbligatorio indossare le mascherine, possibilmente del tipo FFP2. I soggetti positivi devono comunicare il loro stato al medico curante e all’Autorità sanitaria locale e di prevenzione. Gli stessi devono, inoltre, avvisare i contatti e segnalarli a tali autorità. Chi è entrato in contatto con soggetti positivi è comunque tenuto a comunicarlo al medico curante e a rispettare la quarantena fiduciaria, in attesa del tampone dell’Usca.

Spostamenti vietati

L’ordinanza vieta ogni spostamento, anche all’interno del territorio comunale. Unica eccezione quelli legati a ragioni di lavoro, necessità, salute e ristoro. Ci si potrà continuare a recare presso le attività e i servizi commerciali all’interno del proprio comune e, se manca la disponibilità di questi, è possibile andare in un comune contiguo. Se anche in questo non saranno disponibili, ci si potrà recare nel comune più vicino, compreso il capoluogo di Provincia. Tale possibilità di scelta può derivare anche da motivi di maggiore convenienza economica.

Vietato anche lo spostamento verso altra abitazione privata abitata, salvo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute. Consentiti, invece, all’interno del territorio comunale, gli spostamenti necessari alla cura degli animali e alla coltivazione del terreno per uso agricolo, anche per autoconsumo.

Le attività dei servizi di ristorazione e tutti gli esercizi pubblici dovranno scrupolosamente osservare le norme in materia di controllo del Green Pass e distanziamento. A seguito dell’ordinanza saranno inoltre intensificati i controlli.

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti