Home Cronaca di Palermo Assalta due supermercati palermitani e salva lo screenshot dell’articolo di giornale: minore in arresto a Trapani

Assalta due supermercati palermitani e salva lo screenshot dell’articolo di giornale: minore in arresto a Trapani


Redazione PL

Ad incastrare il giovane lo screenshot salvato sul cellulare, attraverso cui gli agenti di polizia si sono messi in contatto con i colleghi del commissariato di Brancaccio. Da lì gli accertamenti condotti anche attraverso la visione delle immagini di video sorveglianza degli esercizi commerciali

rapina

Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Trapani hanno arrestato nelle scorse ora un minore, accusato di due rapine ad altrettanti supermercati di Palermo. In un caso il delitto è stato portato a compimento, nell’altro si è trattato invece di un tentativo non andato a segno.

Lo screenshot sul cellulare

Gli agenti hanno trovato addosso al ragazzo, nel corso di un controllo, un coltello, un passamontagna e una pistola a salve priva di tappo rosso. Il giovane aveva ceduto momentaneamente quest’ultima ad un altro ragazzo controllato insieme a lui.

Il minore aveva con sé anche una discreta somma di denaro, non giustificabile alla luce della sua condizione economica. Condottolo dunque in Questura, si è proceduto ad esaminarne il cellulare, dove i poliziotti hanno trovato lo screenshot di un articolo di un giornale online palermitano. Questo riguardava una rapina consumata e un’altra tentata ai danni di due supermercati del capoluogo.

I colpi ai due supermercati

Contattati dunque i colleghi del Commissariato di Brancaccio, i poliziotti hanno appurato che effettivamente il giorno prima si erano verificati i due episodi. Questi erano attribuibili a due giovani travisati, uno dei quali presentava caratteristiche fisiche e abbigliamento compatibili con quelli del minorenne fermato.

Gli accertamenti successivi, anche tramite la comparazione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza dei due esercizi, hanno permesso poi di attribuire la rapina consumata e quella tentata al giovane.

Nel primo caso questi, insieme al complice rimasto ignoto, impugnando una pistola, avrebbe rubato oltre 1500 euro. Fuggito a bordo di uno scooter rubato, aveva poi tentato un secondo colpo. Questo non è andato a buon fine a causa dell’inaspettata reazione dei cassieri, che hanno iniziato a gridare.

Sottoposto a fermo, poi convalidato, per il reato di rapina aggravata continuata in concorso, il giovane è ora presso l’Istituto per Minori di Palermo.

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti