Home Dall'Italia Ecco il nuovo codice della strada: multe più salate e regole anti-cellulare

Ecco il nuovo codice della strada: multe più salate e regole anti-cellulare


Redazione

Multe più salate, nuove regole per i monopattini elettrici, guida con dispositivi elettronici ed attraversamenti pedonali. Ecco come cambia il codice della strada

multe

Da oggi, 10 novembre, cambia il codice della strada. Il decreto Infrastrutture, che è stato approvato definitivamente il 4 novembre dal Parlamento, arriva in Gazzetta e saranno immediatamente operative alcune importanti novità destinate a modificare il Codice della Strada e quindi i comportamenti degli italiani alle prese con la mobilità. Stretta sui monopattini elettrici, multe più salate per i parcheggi selvaggi in zone riservate, divieto di pubblicità sessista, nuove regole per gli attraversamenti pedonali, dure sanzioni per chi getta spazzatura dall’auto: ecco le principali novità.

FRECCE SUI MONOPATTINI

Arrivano le prime regole più stringenti per i monopattini elettrici, che da qualche anno hanno cominciato a popolare le città italiane. Non c’è obbligo di casco per i maggiorenni, ma solo per i minorenni, e non viene inserito l’obbligo di targa. Diventano invece obbligatorie, dall’1 luglio 2022, le frecce e i freni su entrambe le ruote, mentre l’assicurazione è necessaria solo per i monopattini a noleggio, non per quelli privati. Il limite di velocità è fissato a 6 chilometri orari nelle aree pedonali e a 20 negli altri casi. C’è il divieto di sosta sul marciapiede e di circolare contromano.

POSTI RISERVATI AI DISABILI: MULTE RADDOPPIATE

Le multe per chi parcheggia sui posti riservati ai disabili vengono raddoppiate: si passa dalla fascia 84-335 euro a quella 168-672 euro. Ancora più duro l’inasprimento per quanto riguarda la sanzione a livello di punti: si passa dalla decurtazione di due punti dalla patente a sei. Un’altra novità che riguarda le multe è quella a proposito delle infrazioni commesse da chi guida un’automobile a noleggio: sarà il cliente a pagare direttamente le sanzioni, con le società di noleggio che dovranno fornire i dati.

STRISCE PEDONALI

Cambia anche la norma sugli attraversamenti pedonali: la precedenza va data al pedone anche se si accinge ad attraversare e non solo se già è sulle strisce. 

PARCHEGGI LIBERI

Scatteranno più in là, dal prossimo gennaio, le norme per il parcheggio gratuito dei disabili nelle strisce blu (se i posti per disabili sono occupati) ma vengono aumentate le multe per chi parcheggia nei posti dedicati alle mamme in gravidanza o con figli fino a 3 anni, o nei posti riservati per le ricariche delle auto elettriche. Tra le novità anche la norma che vieta sulle strade pubblicità sessiste o violente; via libera anche al servizio taxi effettuato con bici o moto, in pratica risciò e tuk tuk.  

FOGLIO ROSA

Il foglio rosa durerà un anno e non più sei mesi. L’esame per la patente B potrà essere ripetuto 3 volte.

CASCO IN MOTO

Se il trasportato non porta il casco, a prescindere dall’età viene multato il conducente.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Potrebbero interessarti