Home Cronaca Monopattino travolge scooter a Palermo: 24enne in prognosi riservata

Monopattino travolge scooter a Palermo: 24enne in prognosi riservata


Redazione

Il conducente del monopattino, che viaggiava in controsenso, si è dato alla fuga. Intanto, la famiglia della vittima, ricoverata al reparto di Rianimazione dell'ospedale Civico in gravi condizioni, ha sporto regolare denuncia.

monopattino

Un monopattino ha travolto un giovane di 24 anni che, nella serata di lunedì 18 ottobre, stava viaggiando in sella al suo scooter in via Re Federico, in direzione Corso Finocchiaro Aprile, a Palermo. Stando a quanto riportato da GdS, il monopattino arrivava in controsenso quando si è violentemente scontrato con la moto; il grave urto ha fatto sì che il giovane conducente dello scooter sia ora in prognosi riservata all’ospedale Civico.

D. I., questo il nome della vittima, è stato trasportato in codice rosso all’ospedale, dove adesso è ricoverato nel reparto di Rianimazione. Il giovane è rimasto incosciente per tutti gli esami diagnostici.

Quanto al conducente del monopattino, al momento non si sa chi sia. Questi si è infatti dileguato. Assistita dall’avvocato Saverio Marco Aloisio, la famiglia del 24enne ha sporto regolare denuncia.

Monopattino, un mezzo sempre più diffuso

Non si tratta purtroppo del primo episodio di questo tipo a Palermo. Il monopattino è diventato, ormai, uno dei mezzi più utilizzati per spostarsi in città, complici le iniziative di sharing promosse dall’Amministrazione. Tuttavia, insieme all’uso sempre più frequente, pare quanto mai necessario trasmettere che si tratta comunque di un mezzo di locomozione con delle regole a cui attenersi alla guida.

Nel mese di marzo, ad esempio, si è sfiorata la tragedia in via Maqueda: un monopattino guidato da un uomo ha travolto un bambino che, fortunatamente, non ha riportato gravi conseguenze. Nello stesso periodo, da Milano giungeva notizia di una 57enne in coma perchè travolta da un 47enne alla guida del mezzo.

I frequenti episodi e le evidenti violazioni del Codice della strada hanno dunque condotto a controlli sempre più stringenti. I telelaser hanno portato ad una raffica di multe tra via Ruggero Settimo, via Maqueda, via Libertà e corso Vittorio Emanuele. A incorrere nelle contravvenzioni sia palermitani che turisti, intenti a pigiare sull’acceleratore di monopattini e biciclette incuranti dei pedoni. Per questi mezzi infatti il limite previsto, e spesso infranto, è di 6 km sulle aree pedonali. Inoltre, sebbene sia una scena vista e rivista, sul monopattino non si può viaggiare in due: di recente in via Roma due giovani sono stati multati proprio per questo motivo.

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti