Home Cultura Fondazione Teatro Massimo: Marco Betta nuovo direttore artistico

Fondazione Teatro Massimo: Marco Betta nuovo direttore artistico


Redazione PL

Il nuovo direttore artistico eletto dal sovrintendente Francesco Giambrone

guerra ucraina

Marco Betta è il nuovo direttore artistico della Fondazione Teatro Massimo di Palermo. Compositore, accademico di Santa Cecilia, è titolare della cattedra di composizione al Conservatorio di Palermo. Betta, siciliano di 56 anni, ha già ricoperto l’incarico di direttore artistico dal 1994 al 2002, quando è stato protagonista della riapertura dopo 23 anni del Teatro Massimo.

A nominare Marco Betta è stato il sovrintendente Francesco Giambrone. “Sono felice di avere al mio fianco una persona e un professionista come lui. Già in questi mesi difficili, complicati dall’emergenza Coronavirus, Marco Betta ha avuto un ruolo fondamentale nel complesso percorso di riprogrammazione di tutte le attività. Desidero ringraziarlo per la vicinanza che ha sempre dimostrato al nostro teatro; sono sicuro che con le sue competenze e le sue capacità, insieme a quelle del direttore musicale Omer Meir Wellber, del direttore del Coro, Ciro Visco, e del direttore del Corpo di Ballo, Davide Bombana, il Teatro Massimo proseguirà nel suo percorso di rilancio artistico e musicale”. Il commento di Giambrone.

LE PAROLE DEL SINDACO ORLANDO

“La squadra del Teatro guidata da Francesco Giambrone è sempre più una squadra d’eccellenza, adeguata alle tante sfide che non solo il Massimo ma tutto il mondo della cultura sta affrontando in questi mesi difficili”. Le parole di Leoluca Orlando, sindaco di Palermo e presidente della Fondazione Teatro Massimo.

Il Teatro Massimo punta a diventare uno dei più importanti a livello italiano. “Sono molto contento e orgoglioso che sia stato scelto Marco Betta. Avere come direttore artistico un musicista è la garanzia assoluta che la musica e la qualità saranno sempre al primo posto e che, insieme a Francesco Giambrone, porteremo il Teatro Massimo al vertice dei teatri italiani. Afferma il direttore musicale Omer Meir Wellber.

Potrebbero interessarti