Home Cronaca Frazzitta contro Abbate: “Minacce mafiose tipiche del paesello in cui vive”

Frazzitta contro Abbate: “Minacce mafiose tipiche del paesello in cui vive”


Michele Cusumano

Il riferimento, seppur non esplicito, è a Castelbuono, paese in cui è nato il giornalista

abbatefrazzitta

L’avvocato Frazzitta all’attacco del programma “Quarto Grado” e delle reti mediaset durante una diretta instagram nella giornata di sabato. Il legale difensore di Piera Maggio, madre di Denise Pipitone, la bambina scomparsa da Mazara Del Vallo nel 2004, commenta duramente le parole del giornalista Carmelo Abbate. In particolare la frase di Abbate su cui si sofferma l’avvocato è “fermatevi fin quando siete in tempo o qualcuno si farà male”, riferita alle continue accuse nei confronti di Anna Corona e della figlia Jessica Pulizzi.

Non possono dirsi queste cose, questo non è garantismo, questa è mafia. – Afferma Frazzitta – Il garantismo è il rispetto di tutte le parti processuali, non di una sola in maniera veemente, arrogante e violenta. Questa persona continua a imperversare su mediaset, che non prende provvedimenti. E hanno pure il coraggio di invitarci ai loro programmi, ma quali programmi? Nei programmi ci vuole equilibrio e rispetto delle parti. Io sono andato via da quarto grado, e li diffideremo a proseguire a parlare di Denise Pipitone. Chi è questo Nuzzi? cosa fa di lavoro? Giusto dare voce alla controparte, ma attraverso un’ intervista, non un soliloquio“, afferma il legale in riferimento all’intervista ad Anna Corona andata in onda su Quarto Grado.

Tuttavia Giacomo Frazzitta si spinge oltre, chiamando in causa “quella parte della Sicilia di minoranza, cioè quella che fa le minacce mafiose” di cui, a suo dire, farebbe parte Carmelo Abbate. Il riferimento, anche se non esplicitato, è al paese di Castelbuono, di cui è nativo il giornalista. “Qualcuno si farà male, – continua Frazzitta – è la famosa minaccia mafiosa che solitamente gira forse nel paesello in cui lui vive, il paesello in mezzo alle montagne ad alta densità mafiosa. Noi viviamo nelle città in cui c’è ancora civiltà, lui forse ancora no.

PER IL VIDEO INTEGRALE CLICCA SU QUESTO LINK

Potrebbero interessarti