Home Economia e lavoro Il piano anti-Covid pedonalizza Palermo: la lista delle zone dove si andrà solo a piedi

Il piano anti-Covid pedonalizza Palermo: la lista delle zone dove si andrà solo a piedi


Redazione

Da nord-ovest a sud-est del capoluogo siciliano, grandi o piccole che siano, le zone destinate al solo utilizzo dei pedoni nasceranno come funghi.

Rinascere all’indomani di un’emergenza sanitaria non è cosa semplice, ancor di più se la città che si amministra era di per sè boccheggiante per una crisi economica che sembra non avere fine. Dei tre capisaldi dai quali  si intende fare ripartire il capoluogo siciliano se n’è già parlato: sburocratizzazione, tasse e pedonalizzazione diffusa. Partendo da quest’ultimo tasto, fortemente correlato ai primi due, Palermo cerca di dare un impulso decisivo agli esercizi commerciali. D’altronde, è nel terziario che la città amministrata dal sindaco Orlando attinge a piene mani per vivacizzare il suo tessuto socio economico. In attesa del promesso e definitivo  rilancio della Fincantieri (storico quanto fondamentale settore per il volano economico), riattivare il comparto turistico è di prioritaria importanza. 

Ecco che allora si è pensato bene di allargare a un pò tutta la città, da nord a sud e in zone più o meno vocate al turismo l’utilizzo di grandi e piccole aree pedonali. Oltre quelle già previste nel centro storico, da Sferracavallo ad Acqua dei Corsari, passando per Uditore, Brancaccio, Baida, Molara, Zisa, Guadagna, Danisinni, e tanti altri quartieri, oltre come detto quelle già programmate nel centro storico fra cui la Vucciria.

Ecco la lunga lista che cambierà il modo di vivere la città di palermitani e turisti. 

A PASSEGGIO TRA LE BORGATE MARINARE

Pedonalizzazioni del belvedere in via Plauto di fronte hotel Believue in località Sferracavallo, da Barcarello fino all’ingresso della riserva orientata di Capo Gallo, piazza Tommaso Natale, il lungomare di Mondello, Vergine Maria su via Bordonaro, in zona antistante la Chiesa e la tonnara, la piazza della borgata Acquasanta, piazza S. Lorenzo, piazza Croci, via Pier delle Vigne e del tratto ex ferrovia fino alla via Isidoro Carini, Piazza Sturzo e di parte delle vie limitrofe.

SEMPRE MENO SMOG ALLA ZISA E DINTORNI 

Nella lista delle aree che saranno pedonalizzate anche piazza Diodoro Siculo, via Marconi, piazza Principe di Camporeale, via dei Normanni e di parte della via Whitaker, l’area antistante il giardino della Zisa, via Mulini e della via Zisa, piazza Ingastone, la fossa dei Danisinni, parte della piazza Indipendenza e della piazza Montegrappa e di parte della via Monfenera, piazza Sant’Erasmo. E ancora via Macello, piazza Scaffa e San Giovanni dei Lebbrosi, il controviale del Corso dei Mille, alla Guadagna in prossimità della chiesa della Madonna Assunta della Guadagna e piazza Guadagna.

IL PIACERE DI UNA CAMMINATA A SUD-EST DI PALERMO

Previsto anche un sistema di percorsi pedonali lungo tutto il tratto di costa compreso tra Sant’Erasmo ed Acqua dei Corsari con pedonalizzazione della piazza della Bandita in corrispondenza del porticciolo la pedonalizzazione del vicolo Benfratello allo Sperone, la realizzazione di una nuova area pedonale in zona antistante il castello di Maredolce, la pedonalizzazione della piazza della Molara, dell’area pedonale in via Altofonte all’altezza della via Cabrici, in via Villagrazia all’altezza della via Agnetta, in viale della Resurrezione e a piazza Niscemi.

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY

Potrebbero interessarti