Home SportPallanuoto Il Telimar vince a Zagabria l’andata dei quarti di finale di LEN Euro Cup

Il Telimar vince a Zagabria l’andata dei quarti di finale di LEN Euro Cup


Redazione

Vittoria convincente del Club dell'Addaura nella competizione internazionale. Il presidente Giliberti: "Noi già proiettati in semifinale"

Telimar Zagabria LEN Cup

Il Telimar Zagabria mette una seria ipoteca sul passaggio dei quarti di finale di LEN Euro Cup. Contro l’HAVK Mladost, infatti, finisce 7-11 un match in cui il Club dell’Addaura domina fin dai primi secondi di gioco e con una gestione perfetta delle fasi difensive riesce a tenere sempre a distanza di sicurezza i blasonati avversari. L’appuntamento con la storia è fissato per il 10 novembre alla piscina comunale di Palermo per la gara di ritorno.

La cronaca

Partenza bruciante degli uomini di Baldineti, che sorprendono i padroni di casa con Vlahovic. Dopo la risposta dei croati con Pliskevich, Irving a uomini pari e Vlahovic su uomo in più portano i palermitani sull’1-3. Luka Bajic accorcia le distanze, ma il primo tempo si chiude sul 2-4 per la rete di Marziali a 5 secondi dalla sirena.

Rakovac e Vrbnjak, entrambi in superiorità, portano la Mladost sul 4-4 in avvio del secondo tempo. Ci pensa Lo Cascio a trascinare i suoi, segnando su uomo in più la rete del 4-5. Il Telimar prova ad allungare con Del Basso e Basic, ma sullo scadere della seconda frazione di gioco Pliskevich firma su uomo in più la rete del 5-7.

Nel terzo tempo il Telimar, che non concede nulla in difesa, continua la sua progressione con Marziali che segna in più e con Irving che trasforma un rigore per il 5-9.

Il quarto tempo vede i padroni di casa provare ad avvicinarsi con Dasic su uomo in più e poi rubare palla in attacco in inferiorità numerica e portarsi sul 7-9 con un gran tiro a giro di Vrbnjak, ma Occhione sull’azione successiva riporta il Club dell’Addaura sul +3 quando mancano poco più di 3’ al termine. Il TeLiMar chiude definitivamente il discorso con Del Basso che segna la rete del 7-11.

Del Basso: “Ottima gara la nostra, adesso abbiamo un buon vantaggio per il ritorno”

Per l’attaccante Mario Del Basso «è stata sicuramente un’ottima gara. Ci aspettavamo una squadra agguerrita fin dall’inizio e così è stato. Hanno perso qualche pezzo dall’anno scorso, ma sono una squadra giovane e talentuosa. Noi abbiamo affrontato bene la partita fin dai primi secondi di gioco, sfruttando la nostra arma in più, che è un’ottima difesa: quando funziona la fase difensiva tutto il resto viene più facile. Adesso, abbiamo un buon vantaggio per il ritorno in casa, che dovremo affrontare come se stessimo 0-0: è l’unico modo per approcciarsi ad un match delicato come questo».

Del Basso ha festeggiato ieri sera con due goal la convocazione in Nazionale per la prima delle due amichevoli organizzate con la Croazia (in programma il 2 novembre): «Dire che sono contento è riduttivo, perché è quello che sognavo fin da piccolo. È un traguardo, ma è anche soltanto un primo passo». Insieme a lui, per il Telimar andranno Nicosia, Marziali e Occhione. I quattro saranno a Imperia dal 31 ottobre al 3 novembre.

Giliberti: “Siamo proiettati verso la semifinale”

«Netta e meritata vittoria in trasferta a Zagabria contro la storica Mladost, in uno dei tempi della pallanuoto mondiale – sottolinea il presidente del sodalizio palermitano Marcello Giliberti -. Siamo stati sempre in vantaggio, sempre concentrati sia in fase difensiva che in fase offensiva, anche se avremo certamente ancora modo di migliorarci. Un risultato così netto ci proietta indubbiamente verso la semifinale, ben sapendo che non sbaglieremo il ritorno in casa. Giocheremo il 10 novembre spero con le tribune fruibili. Partiamo direttamente da qui domani per Genova dove ci aspetta un’altra bella battaglia sabato, fra soli tre giorni, contro il forte Quinto. A seguire da lunedì, ben quattro dei nostri convocati al Collegiale azzurro di Sandro Campagna. Credo che stiamo portando avanti un’attività straordinaria, che merita totale sostegno da parte delle istituzioni ed anche di sponsor privati, che in questo complicato periodo abbiamo difficoltà a cooptare».

Potrebbero interessarti