Home Politica Lagalla, slitta l’ufficialità per l’annuncio della Giunta: fissato un nuovo vertice

Lagalla, slitta l’ufficialità per l’annuncio della Giunta: fissato un nuovo vertice


Redazione PL

"I cittadini si aspettano risposte tempestive ed efficaci. Non intendo andare oltre la metà della prossima settimana per la presentazione ufficiale della Giunta". Così il sindaco di Palermo Roberto Lagalla

lagalla

Questa mattina, a Palazzo delle Aquile, si è svolto un incontro del sindaco Roberto Lagalla con i rappresentanti dei partiti della coalizione che lo ha eletto lo scorso 12 giugno. Nel corso della riunione, il primo cittadino ha fornito alcune indicazioni sui criteri di composizione della Giunta, per come emerso a seguito dei contatti intrattenuti con i partiti nelle settimane precedenti. Pur essendo stata unanimemente condivisa la necessità di giungere, nel più breve tempo possibile, all’insediamento della Giunta, è stata avanzata la richiesta di ulteriori approfondimenti.

A fronte di ciò, il Sindaco, ribadita l’esigenza di assicurare la piena funzionalità del governo cittadino, ha espresso la sua determinazione a giungere ad una rapida sintesi. Al riguardo, ha dichiarato: «Palermo ha urgente bisogno di una squadra che possa affrontare i gravi problemi che l’affliggono. I cittadini si aspettano risposte tempestive ed efficaci. In ogni caso, non intendo andare oltre la metà della prossima settimana per la presentazione ufficiale della Giunta. Fino ad allora continuerò a far fronte personalmente ai tanti problemi di Palermo, come del resto faccio sin dal mio insediamento, nel rispetto delle tante e legittime aspettative dei cittadini».

A fare da ago della bilancia, per il rinvio della composizione della Giunta, il malcontento da parte di alcuni partiti che hanno contribuito al successo ottenuto dal centrodestra nelle amministrative. Si tratta in particolare di Udc, Noi con l’Italia e Alleanza per Palermo, che pur non avendo raggiunto il 5% delle preferenze, necessario per l’ingresso in Consiglio Comunale, reclamano comunque un posto nella Giunta. Il tutto per via di un patto pre-elettorale all’interno della coalizione, che prevedeva a chi avesse raggiunto almeno il 3.5% di potere esprimere il nome di un assessore.

GIUNTA LAGALLA: LA LISTA DEI PROBABILI NOMI

Nonostante alcune frizioni all’interno del centrodestra, sembra che ormai si sia trovata un’intesa di massima sui nomi che dovrebbero comporre la Giunta del sindaco Lagalla. Seppur ci sia ancora da limare l’aspetto delle deleghe specifiche, le scelte in quota Fratelli d’Italia sembrano andare verso l’ufficialità. Ignazio La Russa, incaricato da Giorgia Meloni di scegliere le figure di riferimento, avrebbe puntato su: Giampiero Cannella, coordinatore regionale regionale della Sicilia occidentale di Fdi; Dario Falzone, già ex vicesindaco nella Giunta Cammarata; Carolina Varchi, deputata nazionale, che dovrebbe assumere anche il ruolo di vicesindaco con deleghe.

Per quanto concerne Forza Italia, in pole per il ruolo di assessore al decentramento, servizi demografici e politiche giovanili c’è Andrea Mineo; poi Rosi Pennino per le politiche sociali e Aristide Tamajo per la scuola. In Lega i nomi possibili sono quelli di Sabrina Figuccia e Alessandro Anello.

Rimarrà in pista, secondo ciò che trapela da Palazzo delle Aquile, l’ex presidente del Consiglio Comunale Totò Orlando; possibile per lui la delega a Lavori Pubblici, Edilizia Privata e Servizi Cimiteriali. Per quanto riguarda invece il comparto tecnico Lagalla dovrebbe avvalersi di un nome a lui vicino, Maurizio Carta, con delega all’Urbanistica. Sul medesimo fronte non è escluso il nome di Antonella Tirrito.

Sarà previsto un nuovo vertice di maggioranza nella giornata di lunedì 18 luglio, che potrebbe presagire la conferma definitiva della nuova Giunta Lagalla tra martedì 19 e mercoledì 20. 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti