Home Cronaca di Palermo Viale Regione Siciliana, presto i lavori per eliminare il “tappo”

Viale Regione Siciliana, presto i lavori per eliminare il “tappo”


Redazione PL

Partiranno entro fine mese i lavori per rimuovere il "tappo" di viale Regione Siciliana, il tratto all'altezza di Lidl chiuso al traffico da mesi

ponte corleone viale regione

Manca poco all’inizio dei lavori per rimuovere il cosiddetto “tappo” su viale Regione Siciliana, all’altezza di Lidl. La gara è stata già espletata e tra qualche giorno avverrà la consegna d’urgenza. La durata dell’intervento prevista dal bando è di 120 giorni. Il tratto chiuso da mesi ha creato non pochi disagi agli automobilisti a causa di ingorghi e lunghe code.

A darne notizia è il deputato nazionale Adriano Varrica, M5s, che ha promosso l’accordo tra Comune di Palermo e Commissario per il dissesto idrogeologico. “Nei prossimi giorni – comunica Varrica – potrà essere effettuata la consegna d’urgenza dei lavori finalizzati a rimuovere il ‘tappo’ in viale Regione Siciliana per ripristinare il regolare flusso veicolare. L’Ufficio del Commissario per il dissesto idrogeologico, al quale rivolgo i miei più sentiti ringraziamenti istituzionali, ha rispettato le tempistiche di gara. Sta lavorando col Comune in queste ore per definire ogni passaggio. Il bando prevede un termine contrattuale di 4 mesi per il completamento dei lavori, ma faremo ogni azione possibile per ottenere la riapertura prima della data prevista”, assicura l’esponente M5S.

“Sono soddisfatto – aggiunge Varrica – per l’operazione che ho promosso lo scorso luglio, coinvolgendo il Commissario e reperendo le risorse necessarie a sbloccare questo cantiere. Fino a stamattina abbiamo lavorato con Maurizio Croce e l’assessore Maria Prestigiacomo per superare le ultime criticità. La gente vuole vedere l’impresa in cantiere per recuperare un po’ di fiducia e tirare un sospiro di sollievo. Sono convinto che questo possa accadere entro la fine del mese. Continuerò a seguire e supportare le Amministrazioni coinvolte fino alla conclusione dei lavori” ha concluso.

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti