Home Ambiente e tecnologia Meteo, addio belle giornate: dopo l’Epifania pioggia e freddo in Sicilia

Meteo, addio belle giornate: dopo l’Epifania pioggia e freddo in Sicilia


Redazione

L'anticiclone subtropicale lascia il posto a correnti fredde di estrazione artica marittima

meteo

Se questi primi giorni di gennaio ci hanno regalato qualche raggio di sole, l’Epifania pare portarselo via. Come affermano le previsioni di 3b meteo, infatti, il maltempo è alle porte della Sicilia, complice l’arrivo di correnti freddi di estrazione artica marittima.

I primi segnali dell’addio dell’anticiclone subtropicale sono visibili a partire dalla Campania, con qualche pioggia serale, ieri, tra Casertano, Napoletano e Matese. Nella giornata dell’Epifania è previsto un marcato calo termico su tutte le regioni in presenza di una sostenuta ventilazione occidentale. Condizioni di moderata instabilità dal pomeriggio-sera si registreranno anche alla Sicilia. In un contesto più freddo e ventoso, ecco che le nostre regioni saranno quindi esposte a piogge intermittenti, locali rovesci e brevi nevicate a quote di media e bassa montagna. Il tutto arriverà anche fino ai primi giorni della prossima settimana.

Il meteo a Palermo

L’Epifania a Palermo vede cieli in prevalenza nuvolosi, con qualche addensamento più compatto dal pomeriggio. Non sono previste piogge nelle prossime ore. Durante la giornata di oggi la temperatura massima registrata sarà di 14°C, la minima di 11°C. I venti saranno al mattino moderati e proverranno da Sud-Sudovest, al pomeriggio moderati e proverranno da Ovest. Mare mosso.

Domani invece nubi sparse si alterneranno a schiarite per l’intera giornata. Previsti 3mm di pioggia. Le temperature andranno da 13°C per la massima a 11°C per la minima. Per dopodomani, infine, gli esperti prevedono cieli molto nuvolosi al mattino con deboli piogge. Una nuvolosità che dovrebbe attenuarsi nel corso della giornata fino a cieli poco nuvolosi in serata. Sarà inoltre una giornata ventosa, che vedrà temperature tra 14 e 11°C e mari molto mossi.

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti