Home SportCalcio Palermo ancora corsaro, a Chiavari battuta la Virtus Entella: decisivi Luperini e Brunori

Palermo ancora corsaro, a Chiavari battuta la Virtus Entella: decisivi Luperini e Brunori


Michele Cusumano

A Chiavari si è disputata l'andata del match valevole per i quarti di finale dei playoff di Lega Pro. Il Palermo batte la Virtus Entella per due reti a una

entella palermo

PRE MATCH

La Virtus Entella, che ha chiuso il girone B al quarto posto con 65 punti, nel turno precedente di playoff ha eliminato il Foggia grazie alla vittoria ottenuta in casa 2-1, dopo che nel match di andata in Puglia aveva perso di misura per una rete a zero. Il Palermo invece ha chiuso al terzo posto nel girone C con 66 punti, nel turno precedente ha eliminato la Triestina grazie alla vittoria ottenuta sul campo nemico e il pari sofferto del Renzo Barbera.

La Virtus Entella di Volpe si schiera col 4-3-1-2: Borra in porta; difesa Coppolaro,  Pellizzer (cap.), Sadiki e Barlocco; centrocampo Rada, Palmieri e Karic; il ruolo di trequartista al posto dello squalificato Schenetti sarà occupato da Morosini; Capello e Lescano le due punte. Il Palermo col consueto 4-2-3-1, Buttaro confermato a destra in difesa, mentre a sinistra torna Giron; a centrocampo al posto dello squalificato De Rose c’è Damiani, che ha vinto il ballottaggio con Odjer. Unica punta Brunori.

PRIMO TEMPO

Pronti via e il Palermo è subito pericoloso con Brunori, che prova la conclusione di destro dal limite dell’area: Borra respinge in angolo. La Virtus Entella reagisce con Morosini di testa, che a botta sicura impegna Massolo che è bravo a respingere. Occasione per i liguri. Al 19′ calcio d’angolo per il Palermo, Luperini colpisce di testa mandando la palla fuori. Al 32′ proteste degli ospiti per un contatto in area: Floriano cade a terra, ma per l’arbitro non è rigore. In ripartenza la Virtus Entella è pericolosa: Lescaro da buona posizione cicca clamorosamente la conclusione di destro. Nel Palermo viene ammonito Dall’Oglio, che era diffidato. Il centrocampista salterà quindi  il match di ritorno in programma sabato sera allo stadio Renzo Barbera. Al 43′ occasione Palermo: Brunori dalla destra entra in area, rientra sul sinistro e prova la conclusione sul primo palo, Borra in due tempi blocca la sfera. Nessun minuto di recupero, il primo tempo finisce in parità.

SECONDO TEMPO

Baldini manda in campo Odjer al posto di Dall’Oglio ammonito. L’Entella manda in campo Magrassi per Palmieri e Merkaj per Lescano. Dopo meno di un minuto i rosa passano in vantaggio: angolo dalla destra di Valente, Luperini stacca di testa e batte Borra per il vantaggio dei siciliani. Passano pochi minuti e i rosanero raddoppiano, grazie a un calcio di rigore guadagnato e siglato dal bomber Matteo Brunori, finora a secco durante i playoff.  Appena otto minuti della ripresa e già il Palermo si trova avanti di due reti, dopo un primo tempo a reti inviolate. A preoccupare, piuttosto, sono le condizioni di un tifoso rosanero, accasciatosi a terra in seguito ad un malore improvviso. La partita si ferma, per riprendere pochi minuti dopo, con il supporter del Palermo portato via in barella per accertamenti.

Al 67esimo ancora decisivo Massolo, che d’istinto respinge su un tiro ravvicinato di Magrassi. Sugli sviluppi del corner l’estremo difensore rosanero deve però arrendersi al colpo di testa dell’altro subentrato in casa Entella, Merkaj. L’Entella accorcia così le distanze, quando mancano ancora circa venti minuti alla fine del match. Altro cambio in casa Palermo, fuori Floriano, dentro Soleri. Minuto 83, ci prova Valente da posizione defilata, blocca in presa sicura Borra. Avvicendamento anche in fascia sinistra difensiva, con Crivello che sostituisce Giron.

Nulla di rilevante nei minuti finali, in cui l’Entella prova alcune sortite offensive, ben controllate dalla retroguardia rosanero. Il Palermo ottiene il secondo successo consecutivo in trasferta nei Playoff nazionali, dopo la vittoria del “Nereo Rocco” di Trieste. Al ritorno, al Barbera, importante match point per raggiungere le semifinali.

Potrebbero interessarti