Home Eventi, tv e spettacolo Palermo, al via le “Giornate Mediche Costantiniane”

Palermo, al via le “Giornate Mediche Costantiniane”


Redazione

L'iniziativa si inserisce nell'ambito delle attività assistenziali della delegazione Sicilia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio

Tutto pronto, a Palermo, per l’iniziativa “Giornate Mediche Costantiniane“, un’importante opportunità per la comunità cittadina di potere usufruire di controlli sanitari e screening gratuiti.
Quattro giornate dedicate alla cura della salute, grazie al contributo di medici specialisti che offrono la loro consulenza.
Una nuova testimonianza di solidarietà che si inserisce nell’ambito delle attività assistenziali della delegazione Sicilia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.

La campagna di prevenzione coinvolge varie branche mediche
La campagna di prevenzione coinvolge varie branche mediche

Nei giorni 14, 15, 16 e 17 dicembre, nei locali della Parrocchia di Santa Maria della Pietà, in via Torremuzza 1 alla Kalsa, quattro medici di branche specialistiche diverse incontreranno i cittadini dalle 16:00 alle 18:00.
Le “Giornate Mediche Costantiniane” prenderanno il via martedì 14 con il dottore Francesco D’Alba e la prevenzione oncologica del cavo orale.
Si proseguirà con il responsabile del reparto di Ortopedia della Casa di Cura “Igea” di Partinico, il dottore Pietro Palazzolo.
Giovedì 16 e venerdì 17 sarà la volta, rispettivamente, della cardiologa Ketty Sardo e del professore Ercole Pusateri, specialista in Medicina interna e Diabetologia. 

LE PAROLE DEL DELEGATO VICARIO DI SICILIA ANTONIO DI JANNI

“Realizzare una campagna di prevenzione  che coinvolge varie branche mediche serve a sensibilizzare i pazienti a prendersi maggiore cura della propria salute”.
A spiegarlo è il nobile Antonio di Janni, delegato vicario di Sicilia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio e anch’egli medico –
“Questi consulti – aggiunge – serviranno a fornire un servizio di prevenzione e di supporto a chi deve affrontare lunghi turni di attesa nella sanità pubblica”.
“Un aiuto – precisa – per chi non possiede le risorse economiche per rivolgersi a specialisti privati”.
“Il progetto – spiega ancora il nobile Antonio di Janni – è stato approvato da Sua Altezza Reale il Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie, Duca di Castro e Gran Maestro Costantiniano”.
L’iniziativa vanta inoltre due preziose collaborazioni.
Con la onlus “Croce Costantiniana“, presieduta in Sicilia dal commendatore Francesco D’Alba e l’associazione “Crocerossine d’Italia” la cui delegata, nel territorio regionale, è Anna Di Marzo.

Potrebbero interessarti