Home Cultura Palermo in musica: anche se in streaming, diversi concerti per le feste

Palermo in musica: anche se in streaming, diversi concerti per le feste


Michele Sardo

La rassegna "Natale a Palermo" questa volta sarà costretta a riproporre in streaming il "meglio" dell'anno precedente. E' tempo dunque di adattarsi alle nuove disposizioni dettate dall'emergenza sanitaria.

La pandemia non ferma del tutto “Natale a Palermo”, rassegna di concerti natalizi proposti gratuitamente in diverse chiese della città, offerta ogni anno dai Club service. La manifestazione è giunta al dodicesimo anno, anche se questa volta sarà costretta a riproporre in streaming il “meglio” dell’anno precedente. E’ tempo dunque di adattarsi alle nuove disposizioni dettate dall’emergenza sanitaria. Quelle che prevedono zero assembramenti e utlizzo di tutte le misure possibili per arginare l’avanzata dei contagi. Ed in questo, la tecnologia, quando si parla di rappresentazioni culturali è di grande aiuto.

Un’incantevole scorcio illuminato di Casa Professa a Palermo

Grande attenzione sarà riservata innanzitutto ai i degenti e al personale sanitario, che potranno seguire gli appuntamenti su monitor installati nei reparti, replicando la sinergia con l’ ARNAS Di Cristina – Benfratelli di Palermo. Il tutto sulle pagine social della rassegna, negli stessi giorni in cui furono presentati dal vivo lo scorso anno. Sarà anche una ghiotta occasione per scoprire angoli e particolarità delle splendide chiese, grazie alle immagini girate e montate da Rosaura Bonfardino. Due concerti hanno come protagonista la Symphonic Band “Giacomo Candela” e si tennero ad apertura e chiusura della rassegna, nel giorno di Santo Stefano nell’imponente chiesa monumentale di Casa Professa, e il 6 gennaio, nel Pantheon di San Domenico. Tra questi due appuntamenti, sarà riproposto anche il concerto del 30 dicembre del Trio AltoPiano, nella splendida chiesa della Concezione al Capo.

IL PENSIERO PIU’ GRANDE VA AI MALATI

Vorremmo raggiungere il doppio obiettivo di non abbandonare il nostro pubblico e, nello stesso tempo, alleviare seppure solo per qualche ora, la sofferenza dei malati regalando loro un po’ di musica. E’ il nostro omaggio a quella parte della comunità che, durante la pandemia, merita in modo particolare la considerazione, l’attenzione ed il rispetto di tutti”. Così Giacomo Fanale, l’ideatore della rassegna che parla a nome dell’intero comitato organizzatore completato da Attilio Carioti, Maria Di Francesco, Gaetano Colajanni, Roberto Tristano, Gabriella Maggio, Antonella Aiello, Rosellina Criscuoli, Giuseppe Dragotta, Nicola Macaione, Gianluca Pipitò, Giacomo Badami.

IL PROGRAMMA

In questa riproposta ad un anno di distanza in streaming, saranno quindi rispettate le tre date. Si inizia con la Symphonic Band Giacomo Candela, storica banda di 45 elementi – fondata nel 1908 a Buseto Palizzolo e da allora ha accompagnato ininterrottamente ogni manifestazione religiosa, civile o di intrattenimento, del paese del Trapanese -, diretta da Nicolò Scavone e accompagnata al piano da Franco Foderà: sabato 26 dicembre alle 18,30 interpreterà il famoso “Concerto di Varsavia” di Richard Addinsell, uno dei più noti brani amati dai registi cinematografici; poi pezzi natalizi e musiche dalle colonne sonore di Ennio Morricone. Giovanni Guttilla alla tromba solista.


La chiesa della Concezione a Palermo è uno dei tanti cuori del quartiere del mercato, e un anno fa il pubblico la riempì anche soltanto per scoprirne stucchi e venature: mercoledì 30 dicembre (alle 19) sarà riproposto il concerto del Trio AltoPiano, insolita formazione di due viole (Salvatore e Dario Giuliano) e pianoforte (Adriana Biondolillo) che propone un repertorio cameristico, originale, e spazia dal ‘600 ai nostri giorni, attraverso musiche preziose di Telemann, Rameau, Nardini, Bartok, Knox, Piazzolla, Lutoslawski, Shostakovich.
Terzo e ultimo appuntamento, mercoledì 6 gennaio: ritornerà in streaming la Symphonic Band “Giacomo Candela” di Buseto Palizzolo e dal Duomo di San Domenico proporrà un intero programma dedicato alle colonne sonore (da “Star Wars”, a “La vita è bella”, “James Bond”, Il Postino”, “Ben Hur” , “I pirati dei Caraibi”, temi di Morricone e una Disney Fantasy).

Musica e impegno sociale: “Tempo di musica” prosegue in streaming e raddoppia gli appuntamenti in vista delle festività natalizie

Mercoledì 23 dicembre in programma l’ensemble d’archi New Camerata con musiche di Bach e Mozart, diretto dal maestro Andrea Fossati. Solisti in scena: Luigi Fiore (pianoforte), Antonella Infantino (soprano) e Francesco Palmisano (violino)

Per queste festività natalizie ‘sui generis’, che ci richiedono un’attenzione particolare nei contatti e limitano gli incontri in presenza, per diffondere comunque un messaggio di speranza e armonia nel rispetto delle normative anti Covid-19, l’associazione musicale Ars Nova propone una serie di concerti in streaming gratuiti all’interno della rassegna “Tempo di musica – Sicilian music wave” (direzione artistica M° Onofrio Claudio Gallina) nella chiesa di San Giovanni Decollato a Palermo.

Il programma conclude gli ultimi concerti dell’iniziativa avviata in presenza lo scorso mese di ottobre e presenta una serie di repliche degli spettacoli che hanno generato un ottimo riscontro di pubblico sul web ed un elevato indice di gradimento.

I CONCERTI

Il primo appuntamento è per mercoledì 23 dicembre alle 21.00 con il concerto dell’ensemble d’archi New Camerata diretto dal maestro Andrea Fossati. Saranno eseguiti: il Concerto BWV 1056 per pianoforte e archi di J.S. Bach con Luigi Fiore al pianoforte. L’Exultate Jubilate di Mozart con il soprano Antonella Infantino. E ancora il Concerto BWV 1041 per violino e archi di J.S. Bach con il violino di Francesco Palmisano.

Si prosegue giovedì 24 dicembre alle 21.00 con il recital della pianista ucraina Violina Petrichenko. Venerdì 25 dicembre è la volta del Wind Ensemble, con un programma incentrato suk 250° anniversario beethoveniano. Sabato 26 dicembre tocca invece al duo pianistico Gallina-Vizzini con musiche di Faurè, Ravel, Debussy e Paulenc e domenica 27 dicembre al duo voce e pianoforte Infantino-Gallina con musiche di Schumann, Wolf, Strauss, Rachmaninov e Bernstein. Insomma un programma fitto che promette di deliziare i palati degli amanti della musica classica a Palermo.

Lunedì 28 dicembre alle 21.00 è la volta del solo del violoncellista Gabriele Ferrante che eseguirà musiche di Bach e Kodaly. Si va avanti con le repliche: giovedì 31 dicembre della pianista ucraina Violina Petrichenko, venerdì 1 gennaio del Wind Ensemble e lunedì 4 gennaio con l’ensemble New Camerata diretto da Andrea Fossati che chiude il sipario di “Tempo di musica”.

I concerti saranno trasmessi in streaming sul sito di Ballarò significa Palermo http://www.ballarosignificapalermo.it/ e sulla pagina facebook di Ars Nova https://www.facebook.com/arsnovapa

LA RACCOLTA FONDI

L’iniziativa promossa in collaborazione con l’associazione “Parco del Sole” rientra nel programma di promozione territoriale “D’autunno 2020”, a cura dell’associazione “Ballarò significa Palermo”, e si collega alla raccolta fondi “#Sostieni l’educazione dei bambini a San Giovanni Decollato”, finalizzata a sostenere le attività del centro di aggregazione per minori. Per informazioni: [email protected] o a [email protected]

Potrebbero interessarti