Home Cronaca di Palermo Palermo, niente TARI per gli immobili danneggiati dagli incendi: attivato sportello gratuito per fare richiesta

Palermo, niente TARI per gli immobili danneggiati dagli incendi: attivato sportello gratuito per fare richiesta


Redazione PL

A darne annuncio è Leonardo Canto, consigliere comunale di Azione. Il regolamento TARI del Comune di Palermo prevede l'esclusione dal tributo locale per gli immobili in obiettive condizioni di non utilizzabilità per cause di forza maggiore

palermo

Esonero dal pagamento della TARI per gli edifici danneggiati dai terribili incendi che hanno devastato diverse zone di Palermo nel luglio scorso. A comunicare la notizia è Leonardo Canto, consigliere comunale di Azione, che annuncia anche l’apertura di uno sportello gratuito per aiutare i cittadini a presentare istanza.

“Desidero comunicare alla cittadinanza – si legge in una nota – che a partire da domani e per tutti i giovedì di dicembre dalle ore 10:00 alle ore 12:30 sarà aperto uno sportello gratuito presso la segreteria provinciale di Azione a Palermo in via Nunzio Morello 23 per sostenere privati e aziende nella consulenza e compilazione dell’istanza finalizzata all’esonero dal pagamento della TARI per gli immobili danneggiati dagli incendi dello scorso luglio”.  

Palermo, niente TARI per gli immobili danneggiati dagli incendi

L’art. 5 del regolamento TARI del Comune di Palermo prevede l’esclusione dall’applicazione del tributo locale per “gli immobili che risultino in obiettive condizioni di non utilizzabilità nel corso dell’anno a causa di forza maggiore quali fabbricati danneggiati, non agibili, in ristrutturazione, purché tali circostanze siano confermate da idonea documentazione”.

I legali presenti allo sportello forniranno quindi assistenza a privati ed aziende. “Sarà possibile ricevere informazioni anche contattando il numero 3277546789 tutte le mattine di dicembre, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 12.30 o scrivendo alla email [email protected]”, prosegue la nota.

“Nelle more che il Comune inizi a prendere in esame le istanze risarcitorie pervenute da privati ed aziende – conclude Canto – riteniamo sia doveroso sostenere i nostri concittadini che hanno subito danni in quella terribile occasione sgravandoli del pagamento della imposta comunale sui rifiuti.”

CONTINUA A LEGGERE

 

Dalla musica sui tram al Capodanno con Elodie, tutti gli EVENTI di Natale a Palermo

Potrebbero interessarti