Home Eventi, tv e spettacolo Palermo, un tavolo per analizzare il fenomeno della “fuga dei cervelli”

Palermo, un tavolo per analizzare il fenomeno della “fuga dei cervelli”


Marianna La Barbera

Ai lavori prenderà parte la parlamentare nazionale Giusy Versace, campionessa paralimpica e presidente di "Disabili No Limits"

Dispersione e fuga dei cervelli: se ne parlerà martedì 1 febbraio in occasione del tavolo sul tema “Best Practices europee per una Sicilia più inclusiva e coesa” .
L’evento si terrà a Palermo a partire dalle 10:00 nella sede del Consorzio Universitario Ares, in via Gaetano Donizetti 14.
Il confronto è organizzato dalla Fondazione “Italiani in Europa” con il sostegno del Fondo sociale europeo della Regione Siciliana.
L’accesso sarà consentito ai possessori di super Green Pass.
I posti disponibili sono in tutto venticinque.
Info e prenotazioni ai numeri 091.333823 e 388.1811366 oppure tramite mail all’indirizzo [email protected]

I TEMI DEL CONFRONTO

Formazione, istruzione, lavoro.
Così dovrebbe essere una catena senza inciampi, attraverso la riduzione del “mismatch“, ovvero la distanza che tiene lontana la reale inclusione, separando il dire dal fare e l’apprendimento dal lavoro.
Determinando, così, la fuga dei cervelli.
Questi gli argomenti del tavolo: un convegno con relatori illustri, ma anche un’occasione di confronto tra il mondo della politica, l’università e l’associazionismo.
Tema focale del dibattito, i target e i principi ispiratori del Fondo Sociale Europeo, che annovera quale obiettivo la promozione delle opportunità formative e l’inserimento occupazionale per i giovani.
I modelli di riferimento sono quelli corrispondenti alle reali esigenze del mondo del lavoro.
L’unico modo per contrastare il “mismatch” senza dimenticare altre fondamentali attività collaterali.
Tra esse, lo sport, elemento educativo per eccellenza nelle scuole, in grado di favorire inclusione, socialità, aggregazione e coesione.
E naturalmente, mezzo privilegiato per un sano sviluppo psico- fisico, in un contesto sociale che valorizzi le pari opportunità.

I RELATORI

Proprio in quest’ottica si inserisce la presenza, al nutrito tavolo di interventi e contributi qualificati, di Giusy Versace.
La deputata nazionale, campionessa paralimpica, è anche presidente della onlus “Disabili No Limits“.
I lavori si apriranno con i saluti istituzionali dell’assessore all’Istruzione della Regione Siciliana Roberto Lagalla, di Giuseppe Arnone presidente della Fondazione “Italiani in Europa” e di Giusy Abate, presidente del Consorzio Universitario Ares.
Ad analizzare il problema del “mismatch” saranno esponenti dell’associazionismo, del sindacato datoriale, del mondo imprenditoriale, universitario e scolastico.
In programma, gli interventi del segretario regionale della Confederazione Nazionale Artigianato Piero Giglione e di Nunzio Reina, presidente vicario della Camera di Commercio di Palermo ed Enna.
A seguire, i contributi di Nunzio Panzarella dell’Associazione Nazionale Giovani Innovatori e Giuseppe Gennuso, segretario regionale del Movimento Cristiano Lavoratori.
La prima sessione proseguirà con l’intervento di Giuseppe Aiello, docente di Ingegneria gestionale all’Università degli Studi di Palermo.
A conclusione, le riflessioni di Antonino Pardi e Patrizia Graziano, rispettivamente presidi degli Istituti “Archimede” di Cammarata in provincia di Agrigento e “Ugdulena” di Termini Imerese in provincia di Palermo.

LA SECONDA SESSIONE

Il tema dell’educazione alla parità di genere sarà protagonista della seconda parte dell’evento.
Riflettori accesi sulla disabilità e sullo sport come strumento salutare per raggiungere il benessere, fisico ed emotivo.
Oltre alla parlamentare Giusy Versace, parteciperanno Giuseppe Canzone e Giuseppe Scalzo.
Il primo, è il presidente provinciale del CONI di Palermo; il secondo è il presidente regionale di ONMIC, una delle più antiche associazioni di promozione sociale nell’ambito del Terzo Settore.
Tra i relatori, anche il giuslavorista Nino Cafasso, docente all’Università Popolare di Milano e Matteo Croce, preside del liceo “Danilo Dolci” di Palermo.
Saranno presenti pure Tiziana Tobia, psicologa del Distretto Socio Sanitario 39 dell’ASP di Palermo, esperta in mediazione familiare, e Concetta Di Benedetto, assistente sociale e referente pari opportunità del Comune di Palermo.
Modererà i lavori Francesco Panasci, direttore del Gruppo Panastudio.

Un nutrito parterre di relatori animerà le due le sessioni dell'evento
Un nutrito parterre di relatori animerà le due le sessioni dell’evento

LE DICHIARAZIONI DI GIUSY ABATE E GIUSEPPE ARNONE

“Sono lieta e onorata – afferma Giusy Abate, presidente del Consorzio Universitario Ares – di ospitare un importante tavolo tecnico patrocinato dal Fondo Sociale Europeo”.
Abbiamo formato, ad oggi, oltre dodicimila studenti – spiega – e sappiamo quanto la conoscenza sia necessaria per creare coesione”.
Parole in sintonia con gli obiettivi della Fondazione “Italiani in Europa”.
“Da anni – dichiara Giuseppe Arnone – siamo in prima linea per favorire una formazione che proceda di pari passo con le buone pratiche europee”.
“Il tavolo vuole contrastare la fuga dei cervelli – conclude il presidente – nella consapevolezza che perdere capitale umano significa perdere punti di Pil“.
Un concetto che il professore Giuseppe Arnone ha sottolineato anche nel suo nuovo libro, “Italiani nel cuore“, pubblicato da Rubbettino Editore.

Potrebbero interessarti