Home SportPallanuoto Semifinale Scudetto, il TeLiMar ospita Brescia nel primo dei due match

Semifinale Scudetto, il TeLiMar ospita Brescia nel primo dei due match


Redazione

Dopo lo storico terzo posto ottenuto in Coppa Italia, il TeLiMar torna in vasca per il primo atto delle semifinali scudetto contro Brescia

Vlahovic - TeLiMar Palermo

Nuova avventura per il TeLiMar, dopo lo storico terzo posto ottenuto in Coppa Italia appena una settimana fa. Questa volta si parla di andata delle semifinali dei play off Scudetto, e proprio il Club dell’Addaura ospiterà il Brescia nel proprio impianto amico della piscina comunale di Palermo. Fischio d’inizio programmato per mercoledì 12 maggio alle ore 17, agli ordini degli arbitri Paoletti e Gomez. L’altra semifinale andrà in scena a Savona tra la compagine ligure ed il blasonato Recco (mercoledì 12 maggio, ore 15).
 
I ragazzi allenati da Baldineti hanno potuto rifiatare e resettare le emozioni dopo gli impegni di Coppa, con il match sospeso contro il Posillipo, valevole ai fini di una classifica ormai definita. Un TeLiMar che, infatti, aveva già ottenuto la qualificazione con un turno di anticipo, proprio ai danni di Posillipo e Trieste.
 
La formula delle semifinali prevede due match: il primo in programma domani (mercoledì 12 maggio, ndr) in casa, il secondo incontro verrà disputato in casa di Brescia (sabato 15 maggio, ore 15), migliore classificata nella fase del turno preliminare scudetto. Se al termine della seconda partita si determinasse una situazione di parità di punti in palio e di differenza reti, si procederà con i tiri di rigore, che stabiliranno la squadra che verrà qualificata in finale.

Vlahovic, Baldineti alla vigilia

«Siamo cresciuti molto da settembre ad oggi – sottolinea Andrija Vlahovic, attaccante del TeLiMar, inquadrato in copertina -. Il merito è tutto del lavoro costante che il tecnico Baldineti ci continua a far fare giorno dopo giorno: vuole sempre la perfezione e ha trovato in noi pane per i suoi denti, perché anche noi vogliamo sempre mostrare il meglio, senza pensare alla forza e al prestigio dell’avversario che ci troviamo di fronte».
 
«Abbiamo iniziato bene fin da subito – afferma l’allenatore TeLiMar, Marco Baldineti -. Ci siamo fatti trovare pronti già al primo turno di qualificazione di Coppa Italia, ma quello che siamo stati in grado di fare in questi mesi è stato tenere alta la concentrazione in questa stagione, in cui l’unica cosa da fare era prepararsi in attesa della partita successiva. Anche due o tre settimane di stacco tra un impegno agonistico e l’altro ti possono fiaccare nello spirito. Adesso, invece, arrivati alla fase finale, ci aspetta tutta un’altra situazione, con due partite a settimana ad un ritmo che non abbiamo mai sostenuto fino ad ora. L’obiettivo ultimo, però, è talmente stimolante che non ho dubbi che la mia squadra, i miei ragazzi, daranno il massimo, mettendo da parte ogni stanchezza».
 
Dietro alle corazzate Recco e Brescia, in ogni caso, è un’annata da incorniciare per il Club del patron Giliberti che, accedendo alla semifinale ha già conquistato il pass per l’Europa nella prossima stagione: «Abbiamo festeggiato per poche ore lo storico risultato di Coppa Italia, essendoci tuffati subito in questi entusiasmanti play off Scudetto, che sognavamo da inizio stagione. Meritiamo di essere in questa cerchia ristretta, giocheremo alla morte contro un avversario con il quale siamo legati da un gentlemen’s agreement».

Giliberti: “Brescia più forte, ma noi siamo molto carichi e determinati”

E’ sempre il vulcanico presidente palermitano Marcello Giliberti a voler presentare la sfida di domani. «Il Brescia, che stimiamo per serietà, organizzazione e tasso tecnico, è molto più forte di noi, ma il nostro coach e tutti i ragazzi faranno del loro meglio per rendere la vita difficile ai fuoriclasse di questa storica società, che tanto ha vinto nella pallanuoto. I miei sono tutti molto carichi e determinati, speriamo di partire bene e di riuscire a tenere alta la concentrazione sino alla fine, senza farci mai staccare dagli avversari. Siamo nell’Olimpo della pallanuoto e vogliamo, ancora una volta, mostrare di meritarlo».

Potrebbero interessarti