Home Eventi, tv e spettacolo “Piccoli Battiti”, a Palermo uno spettacolo per raccogliere fondi

“Piccoli Battiti”, a Palermo uno spettacolo per raccogliere fondi


Marianna La Barbera

Il 3 settembre alle 21:00 appuntamento al Teatro "Vito Zappalà" a Mondello

Uno spettacolo all’insegna della comicità e della musica per raccogliere fondi da destinare alla prevenzione e alla protezione cardiaca pediatrica.
L’iniziativa si terrà il prossimo 3 settembre a Palermo, presso gli spazi del Teatro “Vito Zappalà” in via Galatea 6 a Mondello, a partire dalle 21:00.
A promuovere e organizzare l’evento è l’associazione “Piccoli Battiti“, nata per tutelare i cuori dei più deboli.

Allo spettacolo di beneficenza hanno aderito numerosi artisti, tra attori comici e musicisti
Allo spettacolo di beneficenza hanno aderito numerosi artisti, tra attori comici e musicisti

LA STORIA

Una storia triste che diviene un sorriso.
Così è possibile sintetizzare la vicenda di due genitori, Rosaria e Tommaso e del loro figlio Lorenzo.
Un cuore con tanta voglia di continuare a battere malgrado le difficoltà.
Nel 2014, qualche giorno prima del suo quarto compleanno, il bimbo accusa una brutta crisi cardiaca.
Purtroppo non sarà l’ultima: episodi simili si susseguono fino al 2016, quando Lorenzo riesce a salvarsi dalla sesta, che stava per ucciderlo.
Inizia per la coppia una lunga serie di viaggi della speranza verso l’Ospedale “Bambino Gesù” di Roma.
Sarà proprio in quei luoghi, dove regano sconforto e angoscia, che i due coniugi si imbatteranno in una onlus.

UN NOME “SPECIALE”

La onlus, soprendentemente, reca il nome “La Stella di Lorenzo“.
Un caso, per chi crede nelle coincidenze.
Un segno tangibile della strada da percorrere, per chi invece al caso non crede.
Dietro, c’è una tragedia: quella di un genitore che nel 2012 perde il suo Lorenzo, appena diciannovenne, per una problematica simile a quella dell’altro piccolo, il siciliano Lorenzo.
La onlus svolge un’intensa attività di screening elettrocardiografici gratuiti negli istituti scolastici.
Nel Lazio, collabora con il “Bambino Gesù” e in Lombardia, con l’Ospedale “Niguarda” di Milano.

L’ AVVIO DELL’ ESPERIENZA IN SICILIA

Con grande tenacia, durante la malattia del loro bambino, Tommaso e Rosaria portano il progetto in Sicilia.
Grazie alla generosità di alcuni sostenitori, i due genitori acquistano un elettrocardiografo.
Una squadra di infermieri volontari inizia a prelevare i tracciati Ecg nelle scuole, trasmettendoli in telemedicina al nosocomio romano, coinvolgendo anche cardiologi siciliani.
Grazie alle sinergie intraprese con altre associazioni, tredici bambini trovano la salvezza, operati in strutture ospedaliere fuori dalla Sicilia.
Ben settemila bambini vengono sottoposti a controlli e si scoprono così anche anomalie importanti.
“Piccoli Battiti” nasce inizialmente dalla sinergia con alcune onlus laziali e siciliane che firmano un accordo di collaborazione.
Oltre a “La Stella di Lorenzo”, ci sono “Il cuore di Andrea“, altra onlus romana e, sempre nella capitale, l’associazione “Il bambino a rischio aritmico“.
Ad esse si aggiunge una realtà palermitana, il Movimento per la salute dei giovani.
“Piccoli Battiti” diventa una vera e propria associazione il 9 marzo del 2021.

MARTA EPISCOPO

Durante la serata, è prevista la presentazione della racconta fondi i cui proventi saranno destinati alla cardioprotezione nelle scuole medie.
L’iniziativa, denominata “L’ abbraccio di Marta“, trae spunto dalla dolorosa esperienza della famiglia di Marta Episcopo, morta a Palermo alla tenera età di dieci anni.
La piccola se ne è andata durante l’ora di educazione fisica a scuola, nel novembre 2020.
Per perpetuarne la memoria è stata attivata la campagna che destinerà risorse all’associazione “Piccoli Battiti”.
Proprio insieme a quest’ultima, i familiari della bambina hanno sviluppato un progetto che annovera quali obiettivi fondamentali la prevenzione e l’acquisto di attrezzature, la formazione del personale e l’effettuazione di screening elettrocardiografici.
Massima attenzione, in particolare, è rivolta alla protezione cardiaca in età pediatrica, soprattutto nella fascia anagrafica della scuola media primaria.

"L'abbraccio di Marta" è una raccolta fondi attivata dalla famiglia della piccola Marta Episcopo
“L’abbraccio di Marta” è una raccolta fondi attivata dalla famiglia della piccola Marta Episcopo

I DETTAGLI DELLA RACCOLTA FONDI

La finalità è l’acquisto di cinquanta defibrillatori semiautomatici (Defibrillatori Automatici Esterni) e la formazione di seicento operatori BLSD, P-BLSD, PBLS e MDP.
Mille sono invece gli alunni destinatari di un’azione divulgativa che riguarda la cultura della gestione delle emergenze.
Per i bambini d’età compresa tra gli undici e i tredici anni, inoltre, è prevista l’effettuazione di tremila screening ECG di prevenzione.

DAL DOLORE ALLA FORZA

La storia della piccola Marta è dolorosissima ma, come precisano gli stessi familiari, la sofferenza ha generato la forza di lottare.
Così è stato possibile salvare altre vite: ecco che ogni piccolo battito diventa sinonimo di energia vitale e possibilità di rinascita.

GLI ARTISTI

Tanti gli artisti che parteciperanno alla serata, intrattenendo il pubblico tra spettacolo e momenti di riflessione.
Cabaret con Ernesto Maria Ponte, Salvo Caminita, Ivan Fiore, I Petrolini, Giovanni Cangialosi, Davide Tusa e Chris Clun.
E ancora, musica con Walk on U2 Tribute Band, Maria Antonietta Innusa, Salvo Capizzi e Lithio.
La conduzione è affidata a Filippo Gattuccio e Katiuska Falbo.

INFO E CONTATTI

Il costo di un biglietto intero è di tredici euro.
Soltanto otto euro, invece, per i bambini fino a dieci anni.
Per informazioni è possibile contattare i numeri 348.4151465 e 380.5477464.
Oppure, direttamente il Teatro “Vito Zappalà” al 351.7859100.
L’ingresso sarà consentito solo a chi è munito di green pass o con esito negativo di un tampone effettuato massimo quarantotto ore prima dell’evento.

Potrebbero interessarti